Attualità

Bus Stp al capolinea col motore acceso. Lettera al sindaco Rossi

Dura da due anni la battaglia di alcuni cittadini di via del Mare, senza esiti. Eppure il Codice della Strada parla chiaro

BRINDISI - Due petizioni, varie interlocuzioni formali ed informali, segnalazioni al Comune, alla stessa Stp, all'Arpa, ai vigili urbani. Ma nessun esito positivo per l'iniziativa di alcune decine di residenti della zona di via del Mare a Brindisi, che proprio non sopportano più che al capolina dei bus Stp gli autisti non spengano il motore dei loro mezzi determinando inquinamento e rumore.

Eppure si tratta di una esplicita violazione delle norme del Codice della Strada, ma sembra impossibile ottenere il rispetto per le regole e per i diritti altrui. Da qui una nuova lettera, questa volta al nuovo sindaco Riccardo Rossi e all'assessore comunale alla Mobilità e ai Trasporti, Tiziana Brigante. Si riuscirà a venire a capo della situazione? Vedremo. Intanto, ecco il testo integrale dell'appello a Rossi.

"ll.mo signor sindaco, avremmo evitato volentieri di disturbarla, aggiungendo questa questione alle già tante problematiche che deve affrontare quotidianamente, ma tant’è, non riuscendo a intravedere alcun atto teso a risolvere quanto da noi denunciato, siamo costretti a farlo (anche in tale modalità), sperando che così facendo si possa porre fine a una disdicevole storia che perdura da anni.

Le riepiloghiamo brevemente la vicenda. L’allegata raccolta di firme venne inviata il 15 giugno scorso al Comune di Brindisi, alla presidenza della Stp e per conoscenza all’Arpa di Brindisi chiedendo la fine di un persistente “inconveniente” legato al capolinea degli autobus di via del Mare (prospiciente il rondò), cioè la sosta con i motori accesi.

Questa petizione segue un’analoga raccolta di firme di due anni fa. L’unico risultato, allora raggiunto, fu l’emanazione – come venne assicurato dal presidente dell’Stp avv. Rosario Almiento - di una norma interna che vietava agli autisti di sostare col motore acceso durante la sosta al capolinea. Norma, comunque superflua, poiché tale divieto era ed è previsto dal nuovo Codice della Strada, quindi sanzionabile.

L’unico risultato raggiunto è stato, quindi, non solo di contravvenire al Codice della Strada ma anche quello di disattendere ad una norma interna. oltre due anni di inutili segnalazioni (anche tramite vie brevi) rivolte alla società Stp e al suo presidente, nonché numerosissime segnalazioni ai vigili urbani, non hanno prodotto alcun risultato, per cui si è ritenuto necessario procedere ad una nuova raccolta di firme (quella allegata) che, come detto, è stata inviata nuovamente all’amministrazione comunale, alla presidenza della Stp e all’Arpa.

La nota, sottoscritta da vari cittadini che subiscono tale segno di inciviltà, oltre a contenere la protesta, suggerisce una soluzione: spostare il capolinea dall’attuale sito a piazzale Spalato o dove si dovesse o volesse ritenere opportuno dal punto di vista tecnico-logistico. Senza, ovviamente, sopprimere la fermata. Tutt’ora, nonostante le numerosissime sollecitazioni e rimostranze, a causa di questa continua trasgressione e mancanza di civiltà, benché si sia esposto tale problema tramite contatti personali sia al dirigente Fabio Lacinio e successivamente all’assessore preposto Tiziana Brigante, la situazione è rimasta tal quale.

Anzi, si viene a sapere, per vie informali, che non si intende spostare il capolinea. Ciò senza fornire alcuna spiegazione plausibile sotto l’aspetto tecnico o di altro genere. Cosa impedisce tale logica soluzione? Quali sono motivi tecnici, logistici o politici che impediscono un tale provvedimento? Non vorremmo che fosse una sterile presa di posizione. Allo stato di fatto ci troviamo di fronte ad una continua elusione della norma emanata dalla direzione della Stp e alla concreta impossibilità dell’Amministrazione comunale a far rispettare una persistente trasgressione del Codice della Strada.

Tutto quanto sopra esposto è, ovviamente, documentabile. Ci auguriamo che un Suo intervento possa essere risolutore di tale problema e in attesa di un Suo riscontro gradisca i nostri più cordiali saluti."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus Stp al capolinea col motore acceso. Lettera al sindaco Rossi

BrindisiReport è in caricamento