Impresa Barretta, riqualificazione: "Fine lavori a settembre, fase 2 permettendo"

Ultimati i nuovi capannoni al posto del vecchio edificio, resta da realizzare la recinzione in vetro o plexiglass

BRINDISI – Al posto dei vecchi (e antiestetici) fabbricati di cemento, adesso ci sono dei capannoni amovibili con assi di legno, dal design moderno. Il lockdown scattato lo scorso 9 marzo ha bloccato anche i lavori di riqualificazione dell’area data in concessione all’impresa Fratelli Barretta in località Sciabiche, nel seno di Ponente del porto di Brindisi. Il cantiere è in stand by da quasi due mesi, ma l’impresa conta ancora di riuscire a rispettare il cronoprogramma, che prevede la consegna delle nuove strutture per il prossimo mese di settembre.

Nuovi capannoni Impresa Barretta 2-2-2

Molto dipenderà dalle decisioni del governo rispetto alla fase 2. “Se i lavori ripartiranno il 4 maggio – fanno sapere dall’azienda – possiamo farcela per settembre”. Ultimati i capannoni sorti al posto del fabbricati risalente ai primi del ‘900, resta da realizzare la recinzione (in vetro o in plexiglass) che delimiterà l’area, senza ostacolare il transito su un tratto di lungomare largo circa 5 metri. Il progetto di restyling è stato redatto dalla ditta Chirenti. I nuovi capannoni occupano una superfice di circa 150 metri quadri, con un consistente risparmio di spazio rispetto al vecchio edificio, di circa 450 metri quadri. I lavori, a partire dall’abbattimento dei becchi ruderi, sono stati affidati all'ingegnere Fernando Dell'Anna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento