Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Piscina di Sant'Elia, ennesimo flop: va deserto anche l'ultimo bando di gara

La procedura era stata avviata lo scorso maggio dall'amministrazione Rossi. L'assessore Gianluca Quarta: "Analizzeremo il bando e valuteremo come procedere"

BRINDISI – Anche l’ultimo bando di gara per la gestione della piscina comunale di via Ligabue, al rione Sant’Elia, è andato deserto. L'amministrazione comunale non ha ricevuto alcuna offerta entro il termine delle ore 13 di martedì scorso (11 luglio). L'ennesimo flop è stato messo nero su bianco dal responsabile del procedimento, l’ingegnere Antonio Iaia, attraverso una nota pubblicata nella giornata di ieri (13 luglio) sull’albo pretorio. La cosa, in realtà, non desta stupore, poiché nelle condizioni in cui versa tuttora, difficilmente l'impianto potrà suscitare interesse.

Il bando

Con il bando pubblicato lo scorso maggio, la giunta comunale guidata dal sindaco Riccardo Rossi aveva apportato delle modifiche ai requisiti richiesti nei precedenti bandi, abbassando l’importo a base d’asta del canone annuo da 15mila a 10 mila euro. 

L’amministrazione comunale aveva valutato in una somma pari a 17.015 euro i costi per il ripristino dell’impianto, con scomputo iniziale dal canone annuo. Si stimavano inoltre entrate annue pari a circa 200mila euro per il concessionario, in gran parte dai proventi degli ingressi. Il presunto valore della gestione nell’arco dei sette anni, ulteriormente prorogabili, era stato stimato in una somma pari a 1,4 milioni di euro (al netto di Iva). 

Percorso travagliato

Ma il lungo stallo ancora non si sblocca. La piscina, come noto, dall’agosto 2011 a luglio 2020 è stata gestita dalla Marimisti. Poi, bocciate le proposte di proroga del vecchio gestore, si è aperto il travagliato iter per l’affidamento, segnato da vari bandi andati deserti. Le cose si sono ulteriormente complicate lo scorso novembre, quando un raid vandalico ha provocato gravissimi danni all’impianto, mettendo fuori uso anche le pompe. 

Gianluca Quarta

L'assessore Quarta: "Analizzeremo il bando"

E ora spetterà all’attuale amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Marchionna l’arduo compito di trovare una soluzione. La pratica è sul tavolo dell’assessore ai Lavori pubblici, con delega all’Impiantistica sportiva, Gianluca Quarta. “Ho già dato appuntamento al dirigente (l’architetto Fabio Lacinio, ndr) – dichiara l’assessore a BrindisiReport - per i prossimi giorni per riguardare il bando, vedere se ci sono elementi di criticità e capire se si può semplificare da qualche punto di vista, oppure se dovremo pensare a qualcos’altro. Ci tengo molto a questa piscina, che sarebbe un elemento di aggregazione culturale, oltre che di aggregazione sportiva”.

Va ricordato, fra l’altro, che in una situazione analoga si trova anche la piscina comunale in contrada Masseriola. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscina di Sant'Elia, ennesimo flop: va deserto anche l'ultimo bando di gara
BrindisiReport è in caricamento