rotate-mobile
Attualità

Rifiuti: da giugno nuovo calendario. Ipotesi "guardie ambientali" contro i furbetti

Novità nel conferimento dell'umido e delle altre frazioni. Ex precari Ecotecnica operativi dall'1 giugno. Il presidente di Teorema fa il punto della situazione e lancia un appello ai cittadini

BRINDISI – Da giugno entrerà in vigore un nuovo calendario della raccolta porta a porta per le vie di Brindisi, con consegna dei nuovi mastelli. Il presidente della ditta Teorema, Claudio Nardecchia, ha fatto il punto sulla raccolta dei rifiuti in città, a otto mesi dall’insediamento della ditta di Acquaviva delle Fonti, subentrata a Ecotecnica. Il focus sull’andamento del servizio è stato fatto in occasione di un evento che si è svolto stamattina (venerdì 24 maggio), presso il teatro Verdi, dove è stata presentata la nuova campagna di comunicazione e sensibilizzazione sul tema dell’economia circolare e della raccolta differenziata dal titolo “Fare meglio è possibile – Sei tu il cuore del cambiamento”. 

Oltre a Nardecchia, presenti anche il direttore tecnico di Teorema, Gianni Milano, e il sindaco Giuseppe Marchionna. 

Nuovo calendario

Come spiegato da Nardecchia, il nuovo calendario entrerà in vigore a partire dal 17 giugno, quando inizierà la distribuzione dei nuovi mastelli. Per quanto riguarda le utenze domestiche, tre giornate saranno dedicate alla raccolta dell’organico, due all’indifferenziato e una a carta, plastica e vetro. Riguardo alle utenze non domestiche, l’organico, nella stagione estiva, sarà raccolto tutti i giorni. L’indifferenziato e le altre frazioni saranno invece raccolti due volte alla settimana.  “Il nuovo calendario – afferma Nadercchia – è più equilibrato e più efficace. Nell’arco dei prossimi 3-4 mesi, dovrebbe produrre gli effetti dichiarati”. 

La priorità è far salire la percentuale di raccolta differenziata, ferma da tempo al di sotto del 40 percento.Lo faremo “il prima possibile”, sostiene Bardecchia. “E’ sempre opportuno ricordare - aggiunge il presidente di Teorema - che questi sono servizi in cui la responsabilità è trilaterale”. Il riferimento è al gestore, a all’amministrazione comunale e al rapporto con i cittadini, “che ricoprono un ruolo importante come il nostro”.

Gli studenti in platea

Nodo assenteismo

Lo stallo della raccolta differenziata è legato anche all’importante tasso di assenteismo che si registra fra i lavoratori, come riferito dal Dec (direttore dell’esecuzione del contratto), Gianluca Fischetto, in occasione di una seduta della commissione Ambiente che si è svolta lo scorso 4 aprile. “In alcuni frangenti - dichiara – Nardecchia - abbiamo avuto livelli di assenza eccessivi, che vanno analizzati caso per caso”.

Parco mezzi e precari

Per quanto riguarda il parco mezzi, ne restano da sostituire poco più di 10. “In termini quantitativi - afferma - sono adeguati”. A breve entreranno in servizio i sette ex precari di Ecotecnica, che da mesi danno vita a un sit in permanente davanti al Comune di Brindisi, chiedendo il rispetto dell’accordo sindacale. Questi, a partire dall’1 giugno, saranno impiegati nei servizi estivi, con contratti a tempo determinato. 

Ipotesi guardie ambientali

Infine un appello a tutti i cittadini “affinché l’obiettivo del miglioramento della differenziata possa essere raggiunto”. A tal proposito, l’azienda “assumerà dei comportamenti operativi più rigorosi e severi rispetto a quelli attuali”. Si prevedono sanzioni, insomma, nei confronti degli utenti che non differenziano i rifiuti in modo adeguato.

Un incentivo potrebbe arrivare dall’impiego di “guardie ambientali”. L’ipotesi (allo stato poco più che un’idea) è stata ventilata da Marchionna. “Stiamo pensando – dichiara il sindaco - con l’aiuto del terzo settore, a corsi di formazione per associazioni ambientaliste che possano poi definire una sorta di corpo di guardie ambientali (in una cornice giuridica da definire, ndr), cui attribuire, come accade per gli ausiliari del traffico, un incarico di pubblico servizio, capace non solo di segnalare, ma anche di sanzionare eventuali comportamenti o atteggiamenti elusivi o evasivi”. 

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: da giugno nuovo calendario. Ipotesi "guardie ambientali" contro i furbetti

BrindisiReport è in caricamento