Stp, la "Fase 2" del trasporto: mascherine obbligatorie sui bus

Rispetto del distanziamento sociale, distributori di gel igienizzante. Posti a sedere ridotti da 52 a 13

BRINDISI- Sugli autobus sarà obbligatorio indossare le mascherine: la fase due dell’emergenza sanitaria cambia anche il modo di utilizzare i mezzi pubblici, dal rispetto del distanziamento sociale e applicazione di marker sui sedili che possono essere usati dagli utenti, all’utilizzo dei dispositivi di protezione e dispenser di gel disinfettante per i passeggeri.

“La fase due è una fase sperimentale in cui deve prevalere il buon senso e la tutela prima propria e poi anche quella degli altri” dice il direttore della Società Trasporti Pubblici di Brindisi, Maurizio Falcone. “Quello che ancora non è entrato in testa a molti è che non si tratta di un obbligo o di una imposizione, ma della salute di tutti”.

coronavirus- bus urbani stp posti ridotti-2

La Stp, che prima fra tutte ha avviato un sistema di sanificazione quotidiano dei propri mezzi di trasporto dotandosi di importanti macchinari per la pulizia e l’igienizzazione, ha tuttavia mantenuto attivo il servizio di autobus urbani ed extraurbani: “Abbiamo sempre lasciato la possibilità di muoversi, da domani aumenterà il numero dei mezzi, ma applicheremo la normativa in modo molto rigido: i pullman da 50 posti ospiteranno a bordo solo 13 utenti per rispettare il distanziamento sociale” continua il direttore Falcone, che ha fatto applicare sui sedili i marker, cioè dei segni per indicare i posti su cui si potrà sedere, come stabilito nelle linee guida per il trasporto pubblico.

“Gli autisti faranno salire solo chi indossa la mascherina, i guanti non sono obbligatori e abbiamo ordinato una fornitura di dispenser di gel igienizzante che stiamo aspettando in settimana, come anche le visiere per i nostri dipendenti”: dei dispositivi di protezione individuale come le mascherine il direttore Maurizio Falcone informa che già prima dell’emergenza sanitaria, l’azienda aveva fatto provviste proprio in vista di una eventuale epidemia.

coronavirus - bus urbani stp brindisi autista mascherina-2

Tuttavia, se in tanti se lo staranno chiedendo, al momento è prematuro parlare delle corse che arriveranno, come di consueto, alle fermate vicino al mare: “Martedì c’è un incontro fissato con il ministro dei Trasporti Paola De Micheli che illustrerà le ulteriori decisioni prese a livello nazionale. Nel frattempo l’indirizzo prevede che ove ci siano più utenti, ci siano delle corse. Noi ce la mettiamo tutta, il personale ce la mette tutta perché chi sta a bordo ha una serie di problemi cui far fronte, dalla disciplina lavorativa al passeggero. La parola d’ordine è responsabilità” conclude il direttore Maurizio Falcone, invitando a igienizzare di frequente le mani durante il viaggio,

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento