menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altri giorni di maltempo: avviso anche per gli aeroporti

I passeggeri sono invitati a presentarsi in anticipo al check-in. Possibili disagi. Neve nelle aree collinari

BRINDISI – Vento forte da tramontana e grecale, pioggia e possibilità che nevichi. Sia pure debolmente, anche a livello del mare, condizioni che permarranno per alcuni giorni, hanno indotto Aeroporti di Puglia a diramare un avviso per i passeggeri in cui non si esclude la possibilità di disagi per i nostri due principali scali.

 “In considerazione del previsto peggioramento delle condizioni meteo, con possibili precipitazioni nevose anche a bassa quota, Aeroporti di Puglia invita i passeggeri in partenza da Brindisi e Bari – dice l’avviso – a raggiungere gli aeroporti con congruo anticipo. Aeroporti di Puglia informa altresì alla luce del peggioramento previsto tra il 3 e il 6 gennaio, i voli potrebbero subire ritardi e/o cancellazioni. Si invita, pertanto, a contattare il proprio vettore per eventuali ulteriori informazioni.”

Va ricordato che vige in queste ore l’allerta meteo di livello giallo diramato dal servizio di Protezione civile della Regione Puglia, che a sua volta potrebbe subire aggiornamenti. Vediamo intanto cosa dicono le previsioni dell’Aeronautica Militare per la provincia di Brindisi. Il mare è a forza 7 con vento da nord-est. L’area di instabilità sui mari meridionali italiani è infatti in intensificazione. Il fronte freddo esteso dall’ Italia Settentrionale ai Balcani si muove velocemente verso sud-sudest, investendo la Puglia e l’Adriatico Meridionale.

Il vento è in rotazione da nord-ovest (maestrale) a nord-est (grecale), con temporali previsti per la mattinata di giovedì, e temperature in discesa che raggiungeranno i 4 gradi nella serata del 3 gennaio per scendere sino ai 2-3 gradi della mattinata di venerdì 4 gennaio, sempre con previsione di pioggia costante. Nevicate sono previste sulla Murgia, e tra Grottaglie e Alberobello interessando la Valle d’Itria, quindi non è esclusa neppure la possibilità che vengano interessate le aree collinari del Brindisino.

Ma cosa accadrà dopo il 4 gennaio? Ce lo dicono sempre le previsioni dell’Aeronautica Militare. Sabato 5 gennaio: ancora addensamenti compatti sulle regioni meridionali, persistenti su Sicilia e Calabria, e residui altrove con fenomeni nevosi che interesseranno ancora la le aree più interne della Calabria. Nuvolosità irregolare a tratti compatta sulle regioni centrali con qualche debole fenomeno sulla dorsale appenninica, mentre prevalenza di bel tempo al Nord con locale transito di nubi sulle aree alpine centro orientali.

Domenica 6 gennaio, l’Epifania: al mattino ancora addensamenti compatti sulle regioni ioniche, con piogge o rovesci sparsi a qualche locale nevicata sui rilievi appenninici; molte nubi anche lungo i rilievi alpini e prealpini con locali deboli nevicate; cielo sereno o poco nuvoloso altrove. Dal pomeriggio diradamento della nuvolosità sulle regioni meridionali tirreniche peninsulari.

Infine lunedì 7 e martedì 8 gennaio: ancora addensamenti compatti sulle regioni adriatiche centromeridionali, sulle regioni ioniche e Sardegna, con precipitazioni sparse, localmente anche a carattere nevoso sul settore peninsulare centromeridionale; cielo sereno o poco nuvoloso altrove, ma con aumento della nuvolosità bassa e stratificata in Pianura Padana, accompagnata da foschie dense o nebbie in serata. Nella giornata di martedì ancora nubi basse e stratificate in Pianura Padana, accompagnate da foschie dense o locali banchi di nebbia; addensamenti compatti sulla Sardegna e sulle regioni ioniche, accompagnati da deboli piovaschi sparsi; cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del Paese.

In relazione alle previsioni di condizioni meteorologiche avverse che  nelle giornate del 3 e del 4 gennaio potranno interessare   con precipitazioni anche a carattere nevoso la Puglia centro-settentrionale, si è riunito in Prefettura il comitato operativo viabilità  per l’esame della situazione nella provincia e le conseguenti valutazioni, anche in considerazione del provvedimento  in data odierna,  con il quale il Prefetto di Bari ha disposto il divieto di circolazione dei veicoli  commerciali a pieno carico di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate  sull’intero sistema viario di quella provincia,  a decorrere dalla mezzanotte del 03 gennaio 2018 e fino a cessate esigenze.

Il comitato ha ritenuto che, al momento, nella provincia di Brindisi non vi siano le condizioni per l’introduzione di limitazioni alla circolazione, riservandosi di rivalutare la situazione nella prima mattinata di domani, 3 gennaio. Per informazioni relative alla viabilità, in ambito regionale, è possibile contattare il centro operativo Polizia Stradale Puglia al numero 080-5065231 / 080-5065230. La stessa La Polizia Stradale di Brindisi invita tutti gli utenti della strada a guidare con prudenza anche in relazione alle condizioni meteo avverse e in particolare i conducenti dei veicoli con massa complessiva superiore a 7,5 dovranno tener conto del divieto di circolazione disposto in provincia di Bari, al fine di evitare sanzioni e conseguente inibizione a proseguire il viaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento