Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Dormitorio verso il restyling: un'equipe di operatrici a supporto dei migranti

Gli ospiti della struttura saranno supportati nell’accesso alle prestazioni sociali e alle pratiche per la regolarizzazione burocratica/amministrativa nell'ambito del progetto progetto "Piu Su.Pr.Eme"

BRINDISI – La ricerca di un lavoro e di un alloggio saranno sfide non semplici per gli ospiti del dormitorio per migranti situato in via Provinciale San Vito. Dallo scorso 19 luglio un team di operatrici sta supportando queste persone fornendo accoglienza, sostegno e accompagnamento, facilitando l’accesso alle prestazioni sociali, alle pratiche per la regolarizzazione burocratica/amministrativa.

Tutto questo nell’ambito di "Piu Su.Pr.Eme" (percorsi di uscita dallo sfruttamento), progetto co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione e dall’Unione Europea (Pon Inclusione – Fondo Sociale Europeo 2014-2020). Si tratta di un intervento integrativo e complementare del Programma Su.Pr.Eme. Italia nelle aree a maggior presenza di lavoratori stagionali migranti nel settore agricolo e nelle aree urbane nelle cinque regioni del Sud Italia coinvolte.

A Brindisi il progetto ha come beneficiari i migranti del dormitorio, luogo che versa in uno stato critico ed emergenziale, da cui nasce la necessità di installazione di tendostrutture climatizzate e relativi servizi igienici: una soluzione abitativa che accoglierà gli ospiti temporaneamente. Nel tempo di permanenza all’interno delle tendostrutture, gli ospiti saranno seguiti dagli operatori e dalle operatrici del progetto "Piu Su.Pr.Eme" che, a partire dallo scorso 19 luglio, hanno avviato le attività di presidio, censimento e informativa all’interno del dormitorio.

I beneficiari saranno inseriti in percorsi modulari, multidisciplinari e personalizzati di supporto che favoriscano l’integrazione culturale, sociale, abitativa e lavorativa.

“L’autonomia abitativa - si legge in una nota di Piu SuPrEme Brindisi - è uno degli obiettivi principali del progetto, per cui è previsto uno start-up abitativo, ovvero un contributo economico che verrà erogato in favore dei proprietari degli immobili a copertura del canone di locazione”.  “La stabilità alloggiativa così garantita permetterà al beneficiario di poter investire tutte le sue energie nella ricerca di un lavoro e, quindi, nel raggiungimento di un’indipendenza economica che gli consenta successivamente di poter sostenere i costi di locazione”.

“A tal fine l’equipe sta già prendendo contatti con i principali interlocutori, ovvero agenzie immobiliari e locatori privati, che possono richiedere dettagli tramite e-mail all’indirizzo piusupremebrindisi@comune.brindisi.it e telefonicamente al numero 328.6674329”.

Chiunque è interessato a seguire le azioni di progetto può farlo tramite i canali social:facebook.com/piusupremebrindisi; instagram.com/piusupremebrindisi
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dormitorio verso il restyling: un'equipe di operatrici a supporto dei migranti
BrindisiReport è in caricamento