"Il Perrino unica struttura in Puglia sprovvista di blocco operatorio con turnazione h24"

Giuseppe Carbone, segretario generale della Fials, chiede alla Asl di Brindisi una revisione urgente del modello organizzativo attuale della sala operatoria

BRINDISI – “E’ inaccettabile come un ospedale di eccellenza come il “Perrino” di Brindisi sia ancora l’unica struttura in regione Puglia sprovvisto di un blocco operatorio con turnazione h24 del personale sanitario”. Giuseppe Carbone, segretario generale della Fials, chiede alla Asl di Brindisi una revisione urgente del modello organizzativo attuale della sala operatoria.

“Una esigenza che viene maggiormente evidenziata nell’ attuale Fase 2 dell’emergenza covid, causa l’incremento delle liste di attesa di interventi chirurgici per i cittadini a cui urge dare loro il segnale concreto di una sanità che si rialza”.

“E’ evidente che un blocco operatorio come l’ospedale di Brindisi non può reggersi ancora, in questa nuova fase 2, su un attività in pronta disponibilità ma necessita di personale sanitario attivo nelle 24 ore per fare pronte alla migliaia di emergenze/urgenze chirurgiche più gravi e impellenti del territorio brindisino che afferiscono al “Perrino” oltre ai numerosissimi interventi di trapianti ed espianti di organi". 

"Sono state migliaia di migliaia gli interventi nel “Perrino” di Brindisi nell’anno scorso, come nei precedenti anni, ma la limitazione agli interventi chirurgici, solo in parte della giornata, ha prolungato le giornate di degenza dei pazienti con ricadute di costi esosi nei bilanci aziendali. Non sono più permessi in questa Fase 2" , conclude Carbone - sprechi di risorse economiche nella sanità brindisina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rivolgendosi al direttore generale della Asl, Giuseppe Pasqualone, afferma che “bisogna investire in salute e benessere dei cittadini, ottimizzare le strutture ed i servizi, assumere personale sanitario ed attivare nell’ospedale di Brindisi il blocco operatorio nelle 24 ore per rispondere adeguatamente ai bisogni di salute dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

  • Ospedale Perrino: la gestione dei parcheggi in mano alla Scu

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento