rotate-mobile
Attualità Ostuni

Lotta al randagismo. Box svuotati in pochi giorni: l'esempio virtuoso del canile di Ostuni

Sono 27 i cani adottati da ottobre 2021 a gennaio 2022, anche 5 in un solo giorno. Ma 45 sono, ancora, in attesa di trovare una famiglia

OSTUNI - E' il sogno di ogni volontario animalista e di tutti coloro che hanno a cuore gli animali poter svuotare i canili e regalare ai cani una seconda possibilità. In provincia di Brindisi c'è qualche esempio di canile 'virtuoso' come quello comunale di Ostuni, gestito da Pietro Santoro con la fattiva collaborazione e sinergia tra uffici comunali e volontarie Terry Lo Tesoriere, Silvana Campose, Tiziana Menna e Angela Leone, appartenenti a diverse associazioni iscritte all'albo regionale che lo ha fatto diventare, oramai, un punto di riferimento sul territorio. 

In poco tempo il numero dei cani ospitati nella struttura è passato da 72 a 45 unità: un vero record (considerato che altre strutture della provincia ne arrivano ad ospitare a centinaia) reso possibile grazie all' esperienza, dedizione, spirito di sacrificio dei volontari. Sono 27, infatti, i cani adottati da ottobre 2021 a gennaio 2022 ma 45 sono, ancora, in attesa di trovare una famiglia. Nove, invece, quelli reimmessi sul territorio.

Tra i progetti importanti di collaborazione pubblico-privato, anche quello del monitoraggio dei cani randagi sul territorio attraverso un collare gps ( Ulisse) per garantire il diritto del cane di essere libero sul territorio, salvaguardando le sue condizioni di benessere. "Prendersi cura dei nostri amici a quattro zampe sfortunati non significa infatti soltanto accudirli ogni giorno ma cercare adozioni valide e consapevoli, cercando di far stazionare i cani il meno possibile all'interno del canile", affermano le volontarie. E proprio qualche giorno fa un box si è, completamente svuotato: ospitava cinque cani molto anziani, oltre gli 11 anni. Karen, Paperotto, Pino, Nina e Andrea hanno raggiunto le città di Modena, Arezzo, Verona e Rieti. 

"Grazie alle cure alla socializzazione e all'affetto che gli diamo, dopo anni di vita in box, oggi vivono felici in famiglia. Rimaniamo in contatto con tutti gli adottanti e da loro riceviamo spesso foto e video dei nostri amici a quattro zampe. Vederli amati ci riempie di gioia e motiva ad andare avanti", concludono le volontarie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al randagismo. Box svuotati in pochi giorni: l'esempio virtuoso del canile di Ostuni

BrindisiReport è in caricamento