Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità Ostuni

Ostuni diventa “Comunità amica delle persone con demenza”

L’assessore alle politiche sociali Antonella Turco: “L'obiettivo è innescare un processo di cambiamento sociale per sconfiggere il pregiudizio”

OSTUNI - Ostuni è una “Comunità amica delle persone con demenza” – afferma l’assessore Antonella Turco “Con delibera di Giunta Comunale, abbiamo aderito al progetto nazionale della Federazione Alzheimer Italia “Dementia Friendly Community”, impegnando la nostra città a diventare una “Comunità amica delle persone con demenza”. L'obiettivo è innescare un processo di cambiamento sociale per sconfiggere il pregiudizio e creare una rete di cittadini consapevoli e capaci di relazionarsi con le persone affette da demenza e con le loro famiglie, facendoli sentire parte integrante della città”.

L'Alzheimer è la causa più frequente di demenza, colpendo 1 persona su 20 oltre i 65 anni di età. Al momento non esiste una terapia per la sua cura; la malattia è motivo di pregiudizio e discriminazione, e le famiglie delle persone colpite spesso si trovano sole e marginalizzate.

“L’obiettivo del progetto della Comunità Amica – prosegue Antonella Turco - è migliorare la qualità delle relazioni e creare attività di sensibilizzazione sulla demenza e sull’Alzheimer, promuovendo un cambiamento progressivo nella consapevolezza della malattia da parte della comunità. Il progetto prevede una fase culturale per informare e sensibilizzare la comunità e una fase metodologica composta da un set di regole e procedure che porteranno alla costituzione di un tavolo istituzionale di natura tecnico-politica. Questo tavolo avrà funzioni di proposta e impulso per individuare e attivare le progettualità più idonee a soddisfare i bisogni espressi dalle famiglie dei malati”.

I processi di sensibilizzazione e informazione saranno rivolti a tutta la cittadinanza, coinvolgendo forze dell’ordine, esercenti commerciali e anche bambini, affinché possano imparare fin dalla giovane età a interagire con le persone affette da demenza, portando benefici per entrambe le parti.
Con l’adesione a questo progetto – conclude l’assessore alle politiche sociali -, il Comune di Ostuni vuole portare la demenza fuori dalle mura domestiche e dei centri, sconfiggendo il pregiudizio e creando una rete di cittadini consapevoli e capaci di relazionarsi con le persone affette da demenza e con le loro famiglie. Questo promuoverà una società più empatica, consapevole, accogliente e inclusiva".

A guidare come consulente il centro diurno il dottor Francesco Colizzi, psichiatra e psicoterapeuta. “Dopo alcuni mesi di incontri, convegni, giornate di mobilitazione delle associazioni di volontariato, e azioni promosse dal Centro Diurno ‘San Francesco da Paola’, con la sua delibera il Comune di Ostuni ha assunto una decisione di grande rilievo aderendo al progetto nazionale delle Comunità amiche delle persone con demenza, sostenuto dalla Federazione Alzheimer Italia – afferma Colizzi -. Il pieno coinvolgimento dell'istituzione comunale è un passo avanti decisivo per costruire, in un più ampio impegno comune, nuove concrete possibilità di convivenza tra le persone e la fragilità cognitiva.

Ora toccherà a un ampio Tavolo cittadino avviare e sperimentare pratiche di gentilezza e attenzione alla dignità per l’inclusione delle persone con fragilità cognitiva, coinvolgendo servizi sanitari e sociali, commercianti, uffici pubblici, negozi e supermercati, scuole e banche, farmacie e strutture ricettive, insomma – conclude - l’intera comunità ostunese: una sfida complessa, difficile, di lunga durata ma entusiasmante, che Ostuni deve vincere”.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni diventa “Comunità amica delle persone con demenza”
BrindisiReport è in caricamento