"Troppi ritardi nei lavori presso l'ospedale. Da luglio si poteva fare di più"

Il sindaco Guglielmo Cavallo esprime dubbi sulla possibilità di rendere il nosocomio un centro Covid

OSTUNI - Il sindaco di Ostuni, Guglielmo Cavallo, lamenta ritardi nella conclusione dei lavori presso l'ospedale cittadino. Facendo il punto sulla situazione Coronavirus, spiega inoltre di non condividere la scelta di trasformare l'ospedale in un centro Covid. "Continua la crescita di casi di positività al Covid-19 - scrive il sindaco Cavallo - sia a livello nazionale che locale, a Ostuni arriviamo a 92 persone positive".

Poi, aggiunge parlando dell'ospedale: "Ieri si è diffusa la notizia che l'ospedale di Ostuni possa essere trasformato in ospedale Covid poiché sono aumentati i ricoveri di pazienti colpiti dal virus. Ho sentito il direttore generale della Asl e il direttore sanitario del nostro presidio ospedaliero e ho rappresentato i miei dubbi sull'efficacia di questa scelta. Ritengo che dedicare l'ospedale di Ostuni ai pazienti Covid, lasci scoperta una vasta area della provincia di Brindisi per le diverse e frequenti necessità legate ad altre patologie. Spero che nelle prossime ore la questione possa essere rimessa in discussione nel tentativo di giungere a conclusioni più razionali".

Quindi, il sindaco di Ostuni esprime le proprie perplessità sullo stato dei lavori presso il nosocomio: "Non posso omettere di evidenziare che i ritardi nella conclusione dei lavori alla nuova ala e la mancata ultimazione anche dei lavori in ortopedia contribuiscano a rendere sempre meno funzionale il nostro ospedale. Da questo punto di vista, da luglio ad oggi il sistema sanitario poteva certamente farsi trovare più pronto. Per fronteggiare l'emergenza è sempre più necessario l'avvio delle Usca (Unità sanitarie di continuità assistenziale) fin troppo procrastinato".

Infine, Guglielmo Cavallo comunica alcune notizie di servizio relative alla Città bianca: "Il mercato del sabato domani si svolgerà regolarmente. Il presidente della Regione ha annunciato una nuova ordinanza che regolamenterà la didattica nelle scuole. Come sapete sull'argomento ci sono state decisioni che contribuiscono ad aumentare la confusione. Non appena avrò ulteriori notizie ve le comunicherò. La situazione legata alla diffusione del contagio si sta aggravando e richiede attenzione, rigore e pazienza nel rispetto delle regole. Il rischio di un lungo periodo di restrizioni si fa concreto, è responsabilità di tutti evitarlo. L'aumento continuo di casi Covid crea  difficoltà sempre maggiori nel curare altre patologie che continuano ad affliggere le persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento