rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità Ostuni

Parchi ed aree protette dell'Adriatico meridionale: ad Ostuni un workshop internazionale

L’evento è organizzato dal Parco naturale regionale delle Dune Costiere nell’ambito delle attività di capitalizzazione del progetto europeo Laspeh, oltreché finanziato dal Programma interreg Ipa Cbc Italia-Albania-Montenegro 2014/2020

OSTUNI - Si terrà in data 18 maggio, a partire dalle ore 09:30 presso la sala conferenze dell’Hotel Monte Sarago di Ostuni, il workshop internazionale "Rafforzare la cooperazione tra parchi ed aree protette dell’Adriatico Meridionale".

L’evento è organizzato dal Parco naturale regionale delle Dune Costiere nell’ambito delle attività di capitalizzazione del progetto europeo Laspeh “Low Adriatic species and habitats”, finanziato dal Programma interreg Ipa Cbc Italia-Albania-Montenegro 2014/2020, e rientra tra le iniziative Eusair (Strategia Ue per la Regione Adriatico e Ionica) 2022/2023.

Il workshop si pone come obiettivo quello di rafforzare la cooperazione tra i parchi e le aree protette di Puglia, Molise, Albania e Montenegro per la protezione di habitat e specie prioritari come la tartaruga Caretta caretta e l'avifauna migratoria. L’evento rappresenta un'occasione per approfondire le tematiche legate alla salvaguardia dell'ambiente e della biodiversità nell'area dell'Adriatico meridionale, attraverso la condivisione di esperienze e buone pratiche.

Dopo i saluti istituzionali da parte di Annarita Angelini (presidente Parco dune costiere), Rocky Malatesta (vicepresidente Federparchi) e l’intervento di Mauro Novello (coordinatore segretariato congiunto del Programma Interreg Ipa Cbc Italia-Albania-Montenegro 2014/2020), il workshop si articolerà in quattro pannelli e terminerà nel pomeriggio alle ore 17:00. 

Locandina riassuntiva dell'evento-2

Interverranno al primo pannello, moderato da Michele Lastilla (direttore Parco dune costiere) ed incentrato sui parchi e le aree protette del sud Adriatico, Benida Kraja (referente Agenzia nazionale delle aree protette dell'Albania), Vladimir Martinović (direttore imprese pubbliche per i parchi nazionali del Montenegro), Mario Cuculo (responsabile Autorità ambientale della Regione Molise) e Caterina Dibitonto (dirigente Servizio parchi e tutela della biodiversità della Regione Puglia). 

Il secondo pannello verterà sulla cooperazione nel quadro della Strategia Ue per la Regione Adriatico e Ionica (Eusair), seguito dalla firma di un protocollo d’intesa tra i parchi e le aree protette di Albania, Montenegro, Molise e Puglia. Infine, il terzo ed il quarto pannello si soffermeranno su specie e habitat prioritari dell'Adriatico meridionale, tra cui la Caretta caretta e l’avifauna migratoria. 

Interverranno, tra gli altri, esperti e rappresentanti di: Riserva naturale regionale “Palude La Vela”, Comune di Izola, Eusair facility point Slovenia Tsg3/Pillar 3, Dipartimento per la protezione ambientale - Ministero del commercio estero e delle relazioni economiche della Bosnia-Erzegovina, Amministrazione regionale delle Aree orotette Rapa Vlore, Marine Institute/Croazia, Università di Scutari "Luigj Gurakuqi", Istituto di Biologia Marina - Università del Montenegro, Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e Società Ornitologica Albanese. 

Per partecipare, è richiesta la registrazione al link apposito (cliccare per accedere direttamente) selezionando l’opzione in presenza o on-line, entro il 16 maggio 2023. Sarà disponibile la traduzione simultanea in italiano ed inglese durante l’evento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi ed aree protette dell'Adriatico meridionale: ad Ostuni un workshop internazionale

BrindisiReport è in caricamento