menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Brindisi un parco pubblico sarà dedicato ai donatori di organi e tessuti

L’approvazione alla intitolazione è frutto di una mozione presentata in consiglio comunale e approvata all'unanimità

BRINDISI - Nei prossimi mesi il piazzale pedonale dei pressi di piazza Di Summa a Brindisi acquisirà ufficialmente la denominazione di “Giardino dei Donatori di Organi e Tessuti”. L’approvazione alla intitolazione, arrivata con approvazione unanime del consiglio comunale di Brindisi di ieri, venerdì 28 dicembre, è frutto di una mozione presentata dal consigliere comunale Luciano Loiacono (Idea per Brindisi) anche a nome e per conto del Gruppo comunale Aido – Associazione italiana per la donazione di organi tessuti e cellule “Marco Bungaro” di Brindisi.

A questo proposito Aido Brindisi, intende porgere ufficialmente il proprio ringraziamento al consigliere Loiacono per essersi fatto portavoce della mozione e al consiglio comunale di Brindisi, per l’assenso unanime per l’avallo della stessa. Un gesto che ha dimostrato grande sensibilità e, fornisce la giusta rilevanza sociale insita in tale gesto verso i "Donatori di Vita ".   

L’importanza delle donazioni e dei trapianti

Nel testo della mozione presentata in Consiglio Comunale è stata chiaramente espressa l’importanza delle donazioni e dei trapianti che rappresentano per la medicina un settore efficiente, trasparente e di qualità della sanità pubblica nella quale si è assistito, negli ultimi anni, ad un costante progresso tecnico associato all’evoluzione delle conoscenze scientifiche e organizzative e nel quale la rete trapiantologica nazionale si sta avviando verso una fase di piena maturità e di inserimento integrato nel profondo del contesto sociale e sanitario.

In base all’epidemiologia attuale, ognuno di ha il 25 per cento di possibilità di diventare donatore di organi e il 75 per cento di ammalarsi di una patologia che potrebbe portare alla necessità di sottoporsi ad un trapianto. La donazione, inoltre, è un atto assolutamente altruistico, anonimo e gratuito; senza donazione non esiste trapianto. La scelta avviene nel momento in cui i cittadini hanno fiducia nel proprio sistema sanitario, tanto da toccarne con mano i benefici per sé e per la comunità. La presenza a Brindisi presso la direzione sanitaria Asl dell’ospedale “A. Perrino”, del Coordinamento locale per il trapianto di organi e sul territorio dell'Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido), rende possibile una adeguata organizzazione dell’attività tale da portare alla maggiore diffusione della cultura della donazione sotto forma di bene comune e all’accesso dei cittadini alla possibilità di manifestare la propria volontà.

Considerato che, nel mese di maggio 2019, l’Aido celebrerà il 40° anniversario del suo insediamento a Brindisi e che la missione della onlus è, da sempre, la sensibilizzazione dei cittadini verso la possibilità di diventare donatori di organi, l’opportunità di dedicare un luogo significativo della città ai donatori permette di  rimarcare quella rilevanza sociale e solidaristica legata alla donazione, rendendo l’argomento più a portata di cittadino. Del resto, la scelta della intitolazione non rappresenta una assoluta novità in tal senso, la situazione si è già verificata in altri comuni del territorio nazionale hanno aderito al c.d. “Patto per la donazione, sancito in Campidoglio in data 10/03/2010, intitolando vie e/o piazze ai Donatori di organi e tessuti.

Compiuto questo importante atto in consiglio comunale, non resterà che aspettare la comunicazione della data della Cerimonia di Intitolazione fissata dall’Amministrazione Comunale, per la quale, sin da ora, Aido Brindisi conferma la presenza in prima linea con i membri del direttivo ed i propri volontari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento