rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità

Parco "storico-ambientale" della via Appia al Cillarese: il plauso di "Italia Nostra"

L'associazione accoglie con favore il via libera della giunta comunale di Brindisi al progetto, nell'ambito dell'iter per il riconoscimento della via Appia come patrimonio Unesco

BRINDISI - La giunta comunale di Brindisi ha dato il via libera alla realizzazione del “Parco terminale storico-ambientale paesaggistico della via Appia" all’interno del parco del Cillarese, nell’ambito di una collaborazione alla redazione della documentazione da presentate all’Unesco per richiedere l’iscrizione del sito “Via Appia Regina Viarum” nella Lista del Patrimonio Mondiale e, in particolare, per la stesura del dossier scientifico e la elaborazione del Piano di gestione. 

“La notizia  - commenta Maria Ventricelli, presidente di Italia Nostra, sezione di Brindisi - non può che trovare il favore della nostra associazione, dal momento che Italia Nostra, nelle osservazioni al documento programmatico preliminare al Piano urbanistico generale a suo tempo presentate, ha proposto tale possibilità, ribadendo questa idea anche nel giugno scorso, in occasione del convegno inaugurale della mostra fotografica ‘Still Appia” a Palazzo Nervegna, alla presenza della Soprintendenza, di tecnici e studiosi, nonché del sindaco di Brindisi Giuseppe Marchionna”. 

“L’ipotesi progettuale presentata il 17 marzo 2023 tra le nostre osservazioni al Dpp – prosegue Ventricelli - mira a valorizzare il tracciato extraurbano e urbano della Via Appia.  In tale prospettiva, abbiamo proposto la realizzazione di un ‘Parco dell’Appia Antica’ (denominazione provvisoria) nel sito rurale alle porte di Brindisi dove, dai numerosi studi condotti sull’argomento, si ritiene fosse ubicato il percorso della ‘Regina Viarum’”. 

Il sito da destinare al parco, e da assoggettare ovviamente a tutti i vincoli di tutela previsti dalle norme e prescrizioni paesaggistiche vigenti (Pptr in primis), in aggiunta a quelli esistenti, dovrebbe estendersi in un’area che comprenda le contrade: Lo Spada, Scalella, Montenegro e Cillarese. 

“Le ultime due – si legge ancora nella nota di Italia Nostra - pur non essendo interessate dal percorso della Via Appia Antica, sarebbe opportuno includerle nella prospettiva della creazione di un più ampio contesto che trascenda i confini storico-archeologici - nonché topografici – stricto sensu, per comprendere l’intera area naturale dell’invaso del Cillarese, andando dunque a connettersi con la porzione urbana di quest’ultimo”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco "storico-ambientale" della via Appia al Cillarese: il plauso di "Italia Nostra"

BrindisiReport è in caricamento