rotate-mobile
Attualità

Brindisi snodo internazionale degli aiuti umanitari: in partenza anche un volo per la Turchia

Domani (sabato 18 febbraio) decollerà una spedizione umanitaria in risposta al terremoto in Turchia e Siria organizzata dalla Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd). Tre giorni fa arrivata in Turchia nave San Marco

BRINDISI – La città di Brindisi si conferma uno snodo nevralgico, via terra e via mare, nello smistamento degli aiuti umanitari destinati alle popolazioni colpite dalle calamità. Nella giornata di domani (sabato 18 febbraio) partirà infatti dall’aeroporto una spedizione umanitaria in risposta al terremoto in Turchia e Siria organizzata dalla Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd), gestita dal World Food Programme (Wfp). 

L’Airbus 330 trasporterà 54 tonnellate di aiuti umanitari della Direzione generale per la Protezione civile e le operazioni di aiuto umanitario (Echo) della Commissione europea e del governo irlandese (Irish Aid). Gli aiuti includono coperte, kit igienici, set da cucina, teli e kit per ripari d’emergenza. Il carico del velivolo è previsto a partire dalle 10.30 e la partenza alle 12.30.

Appena tre giorni fa è approdata in Turchia la nave San Marco della Marina Militare, salpata il 9 febbraio dal porto di Brindisi con un imponente carico di aiuti fornito dalla colonna mobile della Protezione Civile Puglia. 

Più volte porto e aeroporto di Brindisi sono stati in prima linea in occasione di crisi umanitarie verificatesi in altri capi del globo. Il ruolo strategico rivestito dalla base Unhrd, fra l’altro, è al centro degli episodi dal titolo “Le basi della speranza” della serie tv Rai “Solidali d’Italia”, andati in onda lo scorso dicembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi snodo internazionale degli aiuti umanitari: in partenza anche un volo per la Turchia

BrindisiReport è in caricamento