Passaggio di consegne alla Brigata Marina San Marco e al presidio

Il contrammiraglio Cesare Patrignani dopo quattro intensi anni passa il comando al contrammiraglio Luca Anconelli

BRINDISI – Dopo quattro impegnativi anni di comando dei fucilieri di marina, il contrammiraglio Cesare Bruno Petragnani (al centro nella foto) nella mattinata di oggi sabato 20 giugno ha passato le consegne al successore, il savonese contrammiraglio Luca Anconelli. La cerimonia si è svolta nel piazzale della caserma “Ermanno Carlotto” di Brindisi, alla presenza dal comandante della Forza Anfibia nazionale (di cui fanno parte anche reggimenti della Brigata Pozzuolo del Friuli dell’Esercito), contrammiraglio Antonio Galiuto (a destra nella foto).

cambio consegne brigata marina san marco 20giug2020  - da sx Anconelli, Patrignani, Galiuto(5)-2

Per il contrammiraglio Anconelli, che assume contestualmente anche il comando del Presidio militare di Brindisi, si tratta di un ritorno: in particolare, nel marzo del 2019 era al comando dell’1 Reggimento della Brigata Marina, quando a Venezia in piazza San Marco, in occasione del centenario della concessione del nome ai fucilieri di marina, si svolse la consegna della bandiera di guerra del reparto che difese la città lagunare dopo Caporetto e sino alla vittoria finale nel 1918.

cambio consegne brigata marina san marco 20giug2020 (3)-2

Il passaggio di consegne è avvenuto davanti a uno schieramento di marò ridotto, con il personale distanziato nel rispetto delle norme di prevenzione previste dai decreti Covid.   Il contrammiraglio Petragnani ha comandato gli uomini e le donne della Brigata Marina San Marco in numerose missioni e attività nazionali ed internazionali, tra le quali si annoverano le operazioni Mare Sicuro, Nato Sea Guardian, Eunavfor Atalanta ed Eunavformed Sophia nell’ambito prettamente marittimo.

cambio consegne brigata marina san marco 20giug2020 (2)-2-2

Ma la Brigata Marina San Marco ha svolto in questo periodo importanti compiti nell’ambito della Protezione civile e della sicurezza interna del Paese,  come l’operazione Sabina, per l’assistenza in seguito al terremoto nell’area di Amatrice, il dispiegamento del Posto Medico Avanzato a Jesi durante l’emergenza Covid-19 e il continuo supporto all’Operazione Strade Sicure. Durante questi 45 mesi inoltre, la Brigata Marina San Marco ha avviato la partecipazione a importanti missioni nei teatri operativi esteri Ippocrate in Libia, Mibil in Libano e ha continuato l’impegno presso la base logistica di Gibuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al contrammiraglio Anconelli toccherà guidare questo un reparto d’elite della Marina Militare e delle forze armate italiane nei prossimi impegni, in cui avrà modo di continuare a dare prova della elevatissima professionalità, prontezza e flessibilità che lo contraddistinguono

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: altri 76 contagi in Puglia, di cui tre in provincia di Brindisi

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

  • Covid: altri due contagi nel Brindisino. In Puglia 83 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento