menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Patto per la Lettura”: la città di Mesagne risponde con 47 adesioni

Il progetto “Mesagne città che legge” è a cura di Alessia Galiano, responsabile della biblioteca comunale “Ugo Granafei”

MESAGNE - Continuano le iniziative promosse dall’amministrazione comunale nell’ambito del riconoscimento “Città che legge”, del quale il Comune di Mesagne è stato insignito lo scorso 3 luglio dal centro per il libro e la lettura – Cepell per il biennio 2020/2021. Mentre procede la consegna dei libri a tutti i nuovi nati, nei mesi scorsi le attività si sono concentrate su un altro importante obiettivo, quello del coinvolgimento delle realtà locali disponibili alla sottoscrizione di un “Patto per la Lettura”, l’accordo di comunità che riconosce nella pratica della lettura un’abitudine largamente condivisa.

“Hanno aderito 47 soggetti tra associazioni, scuole, cooperative sociali, testate giornalistiche, parrocchie, pediatri e singoli cittadini, una realtà variegata e rappresentativa della ricchezza culturale di cui Mesagne è espressione. L’adesione al patto, quale strumento aggregativo - dichiara il sindaco Toni Matarrelli - resta un’opportunità sempre aperta per quanti vorranno condividere le proprie iniziative in una dimensione comunitaria”. Il sodalizio culturale stretto con il territorio è per definizione uno strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura adottato dal centro per il libro, proposto ad istituzioni pubbliche e soggetti privati, che individuano nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata tra i diversi protagonisti locali".

“La delibera di giunta comunale dello scorso 26 marzo - continua il primo cittadino - considerata l’emergenza epidemiologica che impedisce la stipula in presenza del patto, ha ratificato ed accolto tutte le richieste di adesione considerandole meritevoli e coerenti con quanto previsto dal progetto” spiega Marco Calò, consulente cittadino alle politiche culturali e scolastiche. L’impegno richiesto agli aderenti è su base volontaria; a breve sarà convocato un incontro, la cui data sarà indicata anche sulla pagina facebook dedicata, "bibliotecacittàchelegge”, per definire nel dettaglio le attività da realizzare. Il progetto “Mesagne città che legge” è a cura di Alessia Galiano, responsabile della biblioteca comunale “Ugo Granafei”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento