menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano casa, termine prorogato: domande sino al 31 dicembre 2019

Con 32 voti favorevoli e l’astensione del movimento CinqueStelle, il Consiglio regionale ha approvato la proposta di modifica alla legge regionale

Con 32 voti favorevoli e l’astensione dei consiglieri del movimento CinqueStelle, il Consiglio regionale ha approvato la proposta di modifica alla legge regionale “Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento del patrimonio edilizio residenziale” (cosiddetto Piano Casa), sottoscritta dai consiglieri Fabiano Amati (nella foto accanto), Pentassuglia, Mennea, Blasi, Colonna e Longo. 
Fabiano AmatiLa norma proroga al 31 dicembre 2019 il termine per la presentazione delle istanze abilitative in materia edilizia per il conseguimento degli incrementi volumetrici, nell’ottica di ampliare la platea dei cittadini interessati alle misure di sostegno all’attività edilizia. Di conseguenza viene anche differito al primo agosto 2018 il termine di esistenza dell’immobile su cui far valere i benefici. 
Un’ulteriore modifica riguarda l’ampliamento delle volumetrie per gli edifici non residenziali anche di volumetria superiore a 1000 metri cubi, consentito nel limite del 20 per cento e/o comunque per non oltre 300 metri cubi, a condizione che venga destinata a residenza e a usi strettamente connessi con la residenza, oppure agli stessi preesistenti usi relativi all’immobile oggetto dell’intervento. 

Per quanto riguarda invece gli interventi straordinari di demolizione e ricostruzione, è stata introdotta una norma interpretativa secondo cui l’intervento edilizio di ricostruzione da effettuare a seguito della demolizione di uno o più edifici residenziali o non residenziali, può essere realizzato anche con una diversa sistemazione planovolumetrica o con diverse dislocazioni del volume consentito all’interno dell’area di pertinenza, secondo le disposizioni di legge. 
Al fine di garantire un’adeguata conservazione ed uniformità dei profili altimetrici dei fabbricati, per gli interventi di ricostruzione può essere utilizzato il maggiore valore delle altezze massime tra quelle previste per le aree contermini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento