Polizia locale, uffici insalubri: richiesto intervento dello Spesal

Il comando di San Pietro Vernotico è ubicato presso la stazione ferroviaria in locali che non sono stati sicuramente costruiti per ospitare tali uffici

SAN PIETRO VERNOTICO - “Irregolarità in tema di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro del Comune di San Pietro Vernotico, in violazione del D.Lgs. 81/2008”. È questo l’oggetto di una nota del rappresentante sindacale Rls Pasquale Cattolico inviata al sindaco del Comune di San Pietro Vernotico, al segretario generale e allo Spesal per segnalare lo stato in cui versano gli uffici del comando di Polizia Locale. 

“Premesso che il comando della Polizia locale di San Pietro Vernotico è ubicato presso la stazione ferroviaria in locali che non sono stati sicuramente costruiti per ospitare tali uffici, si segnalano le seguenti criticità: locali a piano terra insalubri con postazioni lavorative che non rispettano che le minime norme di igiene e sicurezza dei lavoratori; assenza in due stanze al piano terra dei dispositivi che controllano la temperatura estiva ed invernale”. 

Poi ancora: “Assenza dei servizi igienici a piano terra; assenza delle distanze per la prevenzione dei contagi covid 19; assenza di infissi  e strumenti che possano salvaguardare la privacy. All’interno del Comando vi è uno scantinato (deposito senza areazione pieno di muffe  e soprattutto negli ultimi periodi vi è la presenza di ratti e altri animali che circolano all’interno degli uffici; inoltre il cielo appeso del garage della sede comunale è diventato ricettacolo di nidi di piccioni con relativa presenza di guano che contaminano tali ambienti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si segnala inoltre la omessa convocazione della riunione periodica almeno una volta all’anno per valutare le condizioni di esposizione a rischio come previsto dall’art. 35 D.Lgs 81/08 così come la mancata informazione ai lavoratori prevista dall’art. 36 dello stesso decreto. Sui rischi per la salute e sicurezza sul lavoro, sulle procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l'evacuazione dei luoghi di lavoro,  sui nominativi del responsabile e degli addetti del servizio di prevenzione e protezione, e del medico competente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Covid, l'avanzata del virus in Puglia: aumentano i nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento