rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Polizia penitenziaria sotto organico in Puglia, Cisl Fns: "Pronti allo stato d'agitazione"

Il segretario generale regionale del sindacato, Leonardo De Marco, chiede che siano rafforzati con almeno 500 unità il personale degli istituti di pena di Bari - Brindisi - Lecce - Taranto - Foggia – Trani

BRINDISI  - Se l’organico della Polizia Penitenziaria non verrà integrato in tempi brevi, sarà proclamato lo stato d’ agitazione. Questo l’aut aut di fronte al quale il sindacato CIsl Fns Puglia ha posto il Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria). Il segretario generale regionale dell’organizzazione sindacale, Leonardo De Marco, rimarca ancora una volta l’ormai nota carenza di uomini e donne della Polizia Penitenziaria negli Istituti di Bari - Brindisi - Lecce - Taranto - Foggia – Trani. Lo fa attraverso una nota inviata alle sedi nazionali e regionale del Dipartimento. 

La Cisl Fns Puglia si dice “stanca dei preannunci dell’amministrazione centrale Dap sul rimpinguamento degli organici depauperati con i tagli impropri adottati con il decreto ministeriale del 2017, tenuto conto che il taglio prodotto a suo tempo ha determinato orari lavorativi assolutamente insostenibili, poiché alle otto ore programmate in via ordinaria si è passati alle 12 ore e, in alcuni casi, si raggiungono fino a 20 ore lavorative con la gestione di più reparti”. 

Il sindacato dunque “preannuncia una manifestazione di protesta ad oltranza e stato di agitazione con indicazioni che verranno proposte nella prima decade di marzo, nell’ipotesi in cui l’Amministrazione centrale Dap non integri gli organici gravemente ridotti con il decreto 2017, aumentandoli di almeno 500 poliziotti nei vari ruoli, soprattutto nel ruolo di agenti assistenti”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia penitenziaria sotto organico in Puglia, Cisl Fns: "Pronti allo stato d'agitazione"

BrindisiReport è in caricamento