menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il "Portico degli albanesi": nella stazione marittima il ricordo degli sbarchi

Lo hanno concordato il console d'Albania e Ugo Patroni Griffi. Si chiaderà al premier Edi Rama di inaugurarlo

BRINDISI – Il portico della ex stazione marittima di Brindisi, attualmente sede dell’Autorità di sistema portuale dl Mar Adriatico meridionale, diventerà “il portico degli albanesi”. Lo hanno concordato il presidente dell’Authority, Ugo Patroni Griffi, e il console generale di Albania, Gentiana Mburimi, nel corso di un incontro che si è svolto stamattina, a pochi giorni dal 30esimo anniversario dell’esodo degli albanesi che nel marzo 1991 vide il porto di Brindisi in prima linea, con l’arrivo di decine di migliaia di migranti stipati a bordo di carrette del mare.

Proprio sotto al portico della stazione marittima venne prestata agli albanesi la prima accoglienza. Si chiederà al primo ministro del Paese delle aquile, Edi Rama, di partecipare alla cerimonia inaugurale, in occasione della visita istituzionale a Brindisi e Bari prevista per il 5 e 6 marzo.  Si tratta di “un tributo imperituro – si legge in un post pubblicato sul profilo Facebook dell’Authority - all’imponente impegno umanitario profuso dalla città di Brindisi e al grande cuore donato ai profughi dai brindisini, in occasione del 30° anniversario degli sbarchi del popolo albanese in Puglia”.

“Il popolo fuggiva dalla dittatura e una intera regione apriva braccia e cuori per accoglierlo-commenta il Presidente, Ugo Patroni Griffi - Brindisi accolse amorevolmente e fraternamente una fiumana di gente disperata. E' giunto il momento di ricordare adeguatamente questo gesto di grandissima umanità e compassione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento