rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità

Infrastrutture, l’agenda degli operatori portuali: “Invitiamo i candidati sindaco a sottoscriverla”

A pochi giorni dal ballottaggio, quattro associazioni chiedono a Fusco e Marchionna di chiarire la loro posizione su una serie di opere 

BRINDISI - Dalla cassa di colmata allo sviluppo della cantieristica in zona Sciaia, gli operatori portuali chiedono ai candidati sindaco che domenica 28 e lunedì 29 maggio si sfideranno al ballottaggio, Pino Marchionna (centrodestra) e Roberto Fusco (centrosinistra) di chiarire le loro intenzioni su una serie di infrastrutture portuali. 

In particolare e associazioni “Fedespedi – Brindisi”, “Operatori Portuali Salentini”, “Raccomar Puglia”, “The International Propeller Club port of Brindisi” “invitano i candidati a sottoscrivere la presente agenda quale impegno per il prossimo sindaco e per il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale a sostenere la realizzazione e lo sviluppo delle seguenti infrastrutture”.

Le opere

Cassa di Colmata (qualora il ricorso delle associazioni ambientaliste dia esito negativo). Nell’ambito degli accordi della destinazione delle aree di interazione porto/città prevedere che le aree retrostanti la cassa di colmata siano destinate ad attività logistiche retroportuali e industriali. 

Piano regolatore portuale, impegno del sindaco a non ostacolare in nessun modo il processo autorizzativo in corso del Prp per poter arrivare al più presto all’approvazione dello strumento necessario a dare il via alle opere vitali per lo sviluppo.

Inoltre: Sant’Apollinare: dragaggi e nuovi accosti per navi da crociera e ro/ro; Terminal Crociere nei pressi dei nuovi accosti di Sant’Apollinare; Terminal passeggeri ‘Le Vele’ per traffico passeggeri traghetti. 

E poi: creazione aree coperte e servizi per traffico Albania; attivazione circuito unico doganale; banchinamento Capo bianco giusto nuovo Prp; favorire sviluppo cantieristica in zona Sciaia; destinazione dell’area ex pol a funzioni portuali e retroportuali in generale; impegno congiunto dei due enti a collaborare per uno snellimento dei vincoli e delle procedure autorizzative e velocizzare la realizzazione delle infrastrutture.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture, l’agenda degli operatori portuali: “Invitiamo i candidati sindaco a sottoscriverla”

BrindisiReport è in caricamento