Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Cinema, teatro e molto altro: presentato il nuovo concept di Palazzo Roma

Renè De Picciotto restituisce un pezzo di storia del territorio tanto atteso con una interpretazione internazionale

OSTUNI- Sulle potenti note poetiche di “O fortuna” tratta dai Carmina Burana, tra giochi di luce ed effetti di fumo, si è aperto il sipario di Palazzo Roma, l’ex cine-teatro di Ostuni, restituito al territorio in proiezione internazionale, dopo un importante intervento di recupero e valorizzazione.

Cine Teatro Palazzo Roma

“Renè De Picciotto ha voluto fortemente ristrutturare il cine-teatro Roma, cambiandone completamente aspetto, migliorandone sicuramente la qualità degli spettacoli perché la sala è stata attrezzata in maniera perfetta” dice il sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo, tra gli ospiti che hanno preso parte al cocktail party dell’evento pre-opening.

“Diminuisce un po’ la capienza, questo sì, rispetto al vecchio cinema Roma. Ma il posto aggregherà gli ostunesi e anche tanta gente che viene da fuori. Questi investimenti fanno bene alla città perché elevano l’offerta, mettono in competizione quelli che sono già nel settore per offrire sempre meglio e sono convinto che questo percorso che abbiamo avviato a Ostuni, ossia la capacità di attrarre gli investitori e consentire loro interventi importanti, premierà con una maggiore ricaduta di benessere per tutti quanti”.

Cortile mediterraneo, Palazzo Roma

Palazzo Roma, il nuovo concept internazionale

L’ex cine-teatro Roma, rientrato nell’investimento di circa 40milioni di euro in Puglia del banchiere italo-svizzero Renè De Picciotto, acquistato nel settembre 2017, oggi è stato restituito al territorio ostunese (e non solo) in prospettiva internazionale: si tratta di un contenitore polifunzionale in cui, oltre a essere esposti i progetti originali dell’architetto Nevi datati 1941 che permettono di fare un salto nel passato, tra scale interne integrate con sistema di illuminazione a scomparsa, pavimenti in parquet a intarsio e marmi o finiture pregiate, ci si sposta da una zona galleria privè, alla zona platea. Dall’area palco a un’ampia corte interna ricostruita secondo lo stile tipico delle corti chiuse meridionali con l’uso di ampie aree verdi, pavimenti in pietra antica e rivestimenti in pietra locale secondo la più genuina tradizione della zona, illuminata dall’installazione del rosone.

In alto a sinistra: Giovanni De Blasio, Lucia Bianco, Gianleo Moncalvo e Luciano Ostuni-2

“Ho visto questa struttura attraverso immagini di repertorio, il cinema era fatiscente perché aveva chiuso i battenti da anni” dice il direttore dei lavori, l’architetto Lucia Bianco di Lecce che, insieme all’ingegnere Luciano Ostuni, è nel team di Renè de Picciotto da circa tre anni e ha già compiuto l’eccellente restyling di Palazzo Bn di Lecce.

“Abbiamo svolto una rivisitazione in ordine ai materiali, alle forme, al design di ambienti esterni ed interni. Un contenitore che guarda oltre la Puglia, che al di là dell’aver preservato il cinema- teatro, andrà di pari passo con altri tipi di funzione e vari tipi di intrattenimento che permette di mantenere un’impresa”.

Completano, poi, la distribuzione progettuale i servizi aggiunti, costituiti da piccolo foyer, uffici e depositi, ascensore, e ampie cucine per la preparazione espressa del food, oltre naturalmente alle cinque aree bar.

Bar privè, piano uno

Teatro, cinema e musica: la collaborazione di Carmelo Grassi e Teresa Satalino

La gestione della proprietà è detenuta dalla società Specchio Immobiliare Srl, guidata da Giovanni De Blasio e Gianleo Moncalvo, che ha chiesto la collaborazione per la programmazione del cinema e del teatro di Carmelo Grassi, direttore artistico del Nuovo Teatro Verdi di Brindisi e componente del consiglio superiore dello spettacolo presso il Mibact, e di Teresa Satalino per la musica, direttore d’orchestra del conservatorio di musica “Nino Rota” di Monopoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questa è un struttura diversa dal cinema, dal teatro. È cinema e teatro, ma anche molto di più” dice Carmelo Grassi per che per vent’anni ha gestito il cine-teatro Roma. “Dalla mattina alle 8 si farà colazione, si potrà pranzare, vedere un film, uno spazio teatrale, può fare una cena, un aperitivo”. Dunque, una nuova concezione di pensare il cinema ed è proprio questo a stimolare Carmelo Grassi: “È una e vera e propria scommessa attivare un luogo del genere, però per me è un ritorno al futuro. Nel senso che ritorno in un luogo, ma c’è da riprogettarlo e pensarlo nuovamente. Credo che con Teresa Satalino riusciremo a fare un bel lavoro, a vantaggio prima di tutto degli ostunesi e di tutti coloro che ad Ostuni ci sono, ci vengono e ci vogliono essere”. Dal cinema all’aperto, nel cortile mediterraneo, alla collaborazione con lo slow cinema e un’offerta culturale che non potrà deludere, insomma.

Carmelo Grassi e Guglielmo Cavallo

“Attivare una serie di sinergie, oltre che al teatro che, tuttavia, non permette di ospitare compagnie teatrale, faremo moltissime cose particolari. La struttura è multifunzionale e si adatta a ogni tipo di esigenza, come i matrimoni anche. Magari, i video della cerimonia in chiesa potrebbero essere proiettati al cinema durante il banchetto, per esempio”.

E mentre l’amministratore delegato delle aziende pugliesi di Renè De Picciotto, Giovanni De Blasio, dice “non posso che gioire per questo ennesimo traguardo raggiunto, grazie alla visione di un grande Imprenditore, che da nuova vita a un luogo iconico per la città di Ostuni. Siamo già al lavoro per offrire il meglio in termini di offerta culturale e di intrattenimento”, il collega Gianleo Moncalvo aggiunge che “la vera inaugurazione si svolgerà a fine mese. Abbiamo offerto un posto dove si potrà vivere un cocktail per arrivare alla stagione invernale con una programmazione degna di questa di città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema, teatro e molto altro: presentato il nuovo concept di Palazzo Roma

BrindisiReport è in caricamento