Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità Carovigno

Un libro per riflettere sul grande tema della risorsa acqua

Scritto da undici autori, sarà presentato venerdì 12 aprile in un incontro al castello di Carovigno

CAROVIGNO – Il grande tema dello spreco e della difesa della risorsa acqua, della speculazione che ne condiziona gli usi, dei mutamenti climatici che la minacciano sono gli argomenti affrontati, con una lettura anche dei fenomeni nel Sud dell’Italia, sono affrontati dal libro scritto da undici autori tra i quali Roberto Cardilli, Rosa Margiotta e Tonino Mosaico (già autore assieme ad Antonio Palmisano di un instant book sul Canale Reale dalla sorgente alla foce), che sarà presentato alle 18,30 di venerdì prossimo 12 aprile nel salone del castello Dentice di Frasso, a Carovigno.

copertina libro 'Acqua'-2All’incontro, organizzato dall’Università Popolare “Guglielmo Cesaria” e patrocinato dal Comune di Carovigno, discuteranno con gli autori e con i cittadini dei contenuti del libro che si chiama semplicemente “Acqua”, Luigi Cesaria presidente dell’Università Popolare di Carovigno, Onofrio Palma assessore comunale all’Ambiente, Maurizio Nocera, scrittore. L’introduzione del libro è di Marco Rizzo.

“L’acqua da cui nasce la vita, acqua indispensabile e grazie alla quale la vita persiste...ma in un sistema dove mercati e padroni muovono i fili delle istituzioni, l’acqua diventa merce di scambio e di ricatto. Al prezzo ‘giusto’, la si può controllare, sprecare, avvelenare per interessi privati. Non importa quanti restino senza acqua, quanta ne venga sprecata. La scarsità, spesso artificiale, fa salire i prezzi. Non importa nemmeno quanto risparmiare sulla depurazione crei malattie e morte, perché anche su quello ci guadagnano”, scrive Andrea Scarpa, un altro degli autori, nella quarta di copertina.

“Da realtà internazionali, nazionali e locali, in questo libro si dipinge il macabro ritratto della società capitalista e la lucente possibilità di un’alba socialista, unica vera via per salvaguardare l’ambiente, la salute e l’uguaglianza. Con lotte locali si è riportata la vita in un canale precedentemente abbandonato allo sterile degrado, si è raddoppiata la dimensione delle olive con una adeguata irrigazione. Piccoli esempi dal grande potenziale per un benessere collettivo e non di pochi. Viene naturale, in questo caso, paragonare il Socialismo all’acqua, unica speranza per la vita...ed al lettore si presenta il bivio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un libro per riflettere sul grande tema della risorsa acqua

BrindisiReport è in caricamento