Attualità

"Pretendiamo legalità", i finalisti del concorso riservato alle scuole

Dopo le conferenze e incontri on line organizzati dalla Questura, i ragazzi hanno realizzato una serie di elaborati di testo, di disegni e video

BRINDISI - Il ministero dell'Interno e il ministero dell'Istruzione hanno indetto anche per l'anno scolastico 2020/2021 il progetto/concorso "Pretendiamo Legalità" che vede il coinvolgimento degli studenti delle scuole di tutte le province del territorio nazionale in incontri che hanno l'obiettivo di promuovere la legalità attraverso i temi del rispetto delle regole, dell'uso consapevole di internet e della solidarietà quali elementi cardine per la crescita dei cittadini di domani e per la costruzione della società civile. 

Quest'anno la Questura di Brindisi, nonostante le difficoltà legate alla pandemia da Covid19 che hanno inciso in modo significativo sulla gestione dell'anno scolastico, ha tenuto un'intensa rete di conferenze/incontri on line con gli studenti delle scuole della provincia di Brindisi. Ispirandosi alle competenze acquisite nel corso degli stessi incontri con la polizia di Stato, i ragazzi hanno realizzato una serie di elaborati di testo, di disegni e video partecipando al concorso che ha visto il suo atto conclusivo nella giornata di giovedì 20 maggio, quando la giuria presieduta dal questore di Brindisi, Ferdinando Rossi, e composta da un funzionario della polizia di Stato e da un dirigente dell'ufficio provinciale scolastico di Brindisi, "dopo una difficile valutazione degli elaborati tutti molto belli, ha scelto i vincitori", fanno sapere dalla Questura.

Per la categoria "Elaborati di testo, arti figurative e manifesti” riservata alle scuole primarie, il primo posto è andato alla classe V B plesso "Collodi" dell'istituto comprensivo "Commenda" di Brindisi; per la categoria "video e spot" riservata alle scuole secondarie di primo e secondo grado, è stato scelto il lavoro della classe I D plesso "Giulio Cesare" dell'istituto comprensivo "Commenda" di Brindisi; per la categoria "graphic novel e fumetto" riservata alle scuole secondarie di primo e secondo grado, il più meritevole è stato giudicato il "fumetto animato" della classe III D dell'istituto comprensivo Latiano. 

I lavori prescelti sono stati già inviati al ministero dell'Interno - ufficio relazioni esterne e cerimoniale per partecipare al concorso nazionale. Chiosano dalla Questura: "Al di là dei meriti dei vincitori, a  tutti i partecipanti al concorso vanno i complimenti e il più vivo ringraziamento del questore per la sensibilità dimostrata dai dirigenti scolastici, dai docenti e dai ragazzi i cui lavori verranno pubblicati sulla pagina facebook della Questura di Brindisi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pretendiamo legalità", i finalisti del concorso riservato alle scuole

BrindisiReport è in caricamento