rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Ostuni

Prevenzione incendi boschivi, il Comune di Ostuni candidato a un finanziamento

Fino a 75 mila euro per servizi tecnici e acquisto di attrezzature di monitoraggio e controllo antincendio telecamere, termo camere, droni, sistemi di comunicazione tra le varie strutture operative

OSTUNI - Il Comune di Ostuni ha presentato candidatura al finanziamento per la selezione di proposte progettuali volte alla previsione, prevenzione e contrasto del rischio incendi boschivi e di interfaccia urbano rurale ai sensi del Poc (Programma operativo complementare) Puglia 2014–2020 Azione 5.2, “Interventi per la riduzione del rischio incendi e del rischio sismico”. La commissione straordinaria sta seguendo da vicino questa fase del procedimento "in quanto è preciso intendimento mettere in sicurezza le zone del territorio particolarmente vulnerabili al rischio incendi boschivi e di interfaccia con i centri abitati", si legge in un comunicato dell'ente. 

L’ufficio Protezione Civile comunale ha preparato una specifica progettualità per partecipare alla selezione. Il bando per la selezione di proposte progettuali volte alla previsione, prevenzione e contrasto del rischio incendi boschivi e di interfaccia urbano rurale ai sensi del Poc Puglia 2014–2020 Azione 5.2, “Interventi per la riduzione del rischio incendi e del rischio sismico” prevede, tra le altre procedure, l’obbligo di coinvolgere il Pes (Partenariato economico e sociale) della Regione Puglia in relazione al protocollo d’intesa del 22 ottobre 2015 sottoscritto dal Pes con Anci Puglia (punto 3.2 del bando). 

Il 29 marzo 2023 si è svolta, a seguito di apposita convocazione a tutte le parti interessate, una riunione del Pes in cui è stato illustrato il progetto che è stato condiviso dagli intervenuti. Il Comune di Ostuni partecipa alla selezione per un finanziamento sino a 75 mila euro per servizi tecnici come: l’identificazione e caratterizzazione della viabilità forestale su scala locale; la localizzazione dei punti di approvvigionamento idrico fruibili; l’individuazione di punti di osservazione per l’avvistamento precoce; le attività di raccordo informativo con le strutture proposte all’allertamento; le modalità di definizione dei flussi di comunicazione tra le componenti e le strutture operative del servizio di protezione civile; inserimento in sinapsi di quanto elaborato.

Previsto, inoltre, l’acquisto di attrezzature di monitoraggio e controllo antincendio telecamere, termo camere, droni, sistemi di comunicazione tra le varie strutture operative con mezzi di trasmissione stabilmente collegati alle reti internet in modo da consentire l’attivazione delle azioni sinergiche previste nel piano integrato di prevenzione e lotta agli incendi boschivi e di interfaccia: con il potenziamento e l’implementazione del sistema di segnalazione dell’emergenza in tempo reale, i dati saranno a disposizione delle varie componenti del sistema regionale/statale/locale di Protezione Civile. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione incendi boschivi, il Comune di Ostuni candidato a un finanziamento

BrindisiReport è in caricamento