rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Attualità

Firmato protocollo contro tentativi infiltrazione criminalità in attività urbanistico-edilizia

Le verifiche antimafia si articoleranno nei confronti delle imprese esecutrici e i soggetti  richiedenti il titolo edilizio  nella forma della informazione  antimafia

BRINDISI - Nella giornata di oggi, giovedì 16 giugno, presso la Prefettura di Brindisi, il Prefetto Bellantoni e la Commissione Straordinaria del comune di Carovigno, hanno sottoscritto il “Protocollo di intesa per la legalità finalizzato alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’attività urbanistico-edilizia”, alla presenza del Questore, dei comandanti provinciali dei carabinieri e della Guardia di Finanza. 

Con la sottoscrizione del Protocollo si dà avvio ad un approccio dinamico alla cultura della legalità e della trasparenza delle procedure, attraverso mezzi di prevenzione capaci di interporre efficaci barriere contro le interferenze illecite anche nel campo dell’attività urbanistica-edilizia; in particolare, le verifiche antimafia si articoleranno nei confronti delle imprese esecutrici e i soggetti richiedenti il titolo edilizio nella forma della informazione  antimafia (permessi a costruire o interventi che superino la  volumetria di 300 mc o il valore di 70.000 euro, per i quali  non è applicabile il criterio della volumetria ad esempio piscine pertinenziali, impianti  sportivi, parcheggi privati e/o ad uso pubblico); della comunicazione antimafia  per i permessi a costruire o le Scia riguardanti interventi che non superano i 300 metri cubi o il valore di 70.000 euro. In ogni caso, a prescindere dai metri cubi e/o dal valore, per tutti gli interventi attinenti attività produttive e insediamenti industriali ed artigianali, commerciali ed in genere, in tutte le aree destinate ad insediamenti produttivi.

Tale intesa si pone anche in linea con le indicazioni operative del Ministero dell’Interno, volte ad estendere in via convenzionale il controllo preventivo antimafia anche ai contratti di affidamento aventi ad oggetto l’esecuzione elle opere  di urbanizzazione primaria e secondaria conseguenti all’approvazione da parte dei comuni dei paini attuativi di iniziativa privata.

Prosegue, dunque, l’azione della Prefettura, in piena collaborazione con il Comune di Carovigno, volta a consolidare il sistema prevenzionistico di natura amministrativa delle verifiche antimafia, per garantire il circuito legale dell’economia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmato protocollo contro tentativi infiltrazione criminalità in attività urbanistico-edilizia

BrindisiReport è in caricamento