Termosifoni spenti e aule fredde: nuovo sciopero degli studenti

Protesta degli studenti dell'Ipss e dell'Ipsia di Ceglie Messapica. "All'interno della scuola c'erano 6 gradi, impossibile fare lezione"

CEGLIE MESSAPICA – Riprendono le lezioni dopo le festività natalizie e riprendono anche gli scioperi per il funzionamento a intermittenza dei termosifoni. Stamattina nei locali dell’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato e l’istituto professionale per i servizi socio-sanitari di Ceglie Messapica, situati presso il plesso di via G. Fortunato, il termometro non andava oltre i sei gradi centigradi.

Per questo gli studenti hanno deciso di restare all’esterno dell’istituto, dando vita a un sit in di protesta condito da striscioni. I problemi sono iniziati martedì 7 gennaio, primo giorno di scuola dopo la pausa. “Ci avevano assicurato che il 5 gennaio avrebbero riacceso i termosifoni – spiega a BrindisiReport la rappresentante di istituto – per riscaldare l’ambiente, ma il 7 gennaio li abbiamo trovati spenti. Per questo, in segno di protesta, siamo usciti dalla scuola”.

Protesta termosifoni scuola Ceglie Messapica 2-3

Ieri (8 gennaio) i termosifoni, al momento dell’ingresso a scuola, erano tiepidi, ma nel corso della mattinata sono stati spenti. Stamattina si è ripetuta una situazione analoga. “I termosifoni all’inizio erano tiepidi, poi sono statti spenti e infine sono stati riaccesi – dichiara ancora la rappresentante di istituto – ma non si poteva stare in aula, a causa del freddo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così circa 250 studenti hanno preso la decisione di scioperare. Alcuni sono rientrati a casa. Altri sono rimasti all’esterno del plesso, esibendo degli striscioni. “Da quanto ci è stato riferito – spiega ancora la rappresentante degli studenti – il problema sarebbe dovuto a un malfunzionamento della caldaia. Noi ci auguriamo che la situazione si sblocchi il prima possibile, perché ci siamo stancati di questi disagi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento