Progetti per 340 milioni di euro: "Perché la Sciaia non è stata inserita?"

Il Comitato di quartiere Sciaia Materdomini chiede all’amministrazione comunale di Brindisi interventi anche per la zona Sciaia

BRINDISI – In riferimento al Contratto istituzionale di Sviluppo (Cis) da 340milioni di euro, il Comitato di quartiere Sciaia Materdomini chiede all’amministrazione comunale di Brindisi interventi anche per la zona Sciaia.

“E’ notizia di poche ore fa che il Comune presenterà alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ad Invitalia progetti per 340 milioni di euro, racchiusi nel Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) definendo 7 obbiettivi tra cui anche la rigenerazione dei quartieri San Paolo, San Pietro, Perrino, S. Elia e Commenda. Al Rione Paradiso saranno realizzati progetti per complessivi 5 milioni di euro ma provenienti da fondi regionali”. “La nostra attività di Comitato, volontaria e messa a disposizione dei residenti nel nostro quartiere, ma anche a disposizione dell’Amministrazione comunale, da oltre un anno sottolinea la necessità di interventi urgenti che per lo più riguardano aspetti legati alla sicurezza. Oltre ad aver ripetutamente chiesto di istallare rallentatori o qualsiasi dispositivo atto a diminuire la velocità delle auto in via Materdomini, abbiamo sottolineato problematiche riguardanti la pubblica illuminazione, la segnaletica stradale (verticale ed orizzontale), i sensi di marcia e divieti di sosta, la rimodulazione dei tempi del semaforo del sottopasso aeroportuale”.

“Questo, nella stagione estiva, genera traffico e code tali da paralizzare l’intero quartiere inoltre, a tal proposito, abbiamo anche chiesto di cominciare a pensare di allargare lo stesso sottopasso ma da tutto le richieste fatte abbiamo soltanto collezionato sterili promesse. Ci chiediamo: Possibile che a Palazzo di Città dopo le nostre lettere, mail, incontri e quant’altro, nessuno fra Tecnici, Dirigenti e Politici abbia pensato di sfruttare l’opportunità del Cis per allargare il sottopasso, nonostante parrebbe che ci sia già un progetto?”

“Quando capiterà un’altra occasione ghiotta come questa? Possibile che i residenti debbano fare code anche di 20 minuti per lasciare o arrivare nel quartiere? Perché i mezzi di soccorso devono rischiare di trovare la strada bloccata dal traffico come già successo?Chiediamo pertanto al sindaco, assessori, dirigenti e a tutti gli organi comunali di staff la possibilità di inserire tale progetto in quelli già definiti, ricordando loro che anche noi residenti del quartiere Sciaia/Materdomini, in quanto contribuenti, abbiamo il diritto di vivere in tutta sicurezza e tranquillità come chiunque altro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento