menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Per bonificare campagne e costa dai rifiuti i Comuni si uniscano"

Consigliere comunale di San Vito dei Normanni sollecita il sindaco a promuovere un'azione congiunta delle amministrazioni dell'area

SAN VITO DEI NORMANNI – Con la crescita del turismo in bici, incentivato dalla Regione Puglia, e con la destagionalizzazione dei flussi turistici, ormai in atto, la cura scrupolosa del territorio non è più solo un problema di immagine – che pure conta molto – ma anche una questione di supporto dell’economia legata all’offerta ricettiva e agli investimenti effettuati da privati in questo settore (residence, bed and breakfast, locazioni di immobili nelle campagne e sulla costa). Vi è poi il tema delle discariche.

Water tra gli ulivi-2Parte da questa esigenza di fondo la richiesta del consigliere comunale di San Vito dei Normanni, Angelo Giannone, gruppo Noi per la Sinistra, di chiede al sindaco Domenico Conte di farsi promotore presso le altre amministrazioni comunali del territorio di una campagna coordinata, da attuare a breve termine e da replicare in futuro, di bonifica delle contrade di campagna e della viabilità secondaria, nonché delle aree costiere, dai rifiuti abbandonati da inquinatori di ogni genere.

Lo scopo indicato da Giannone infatti è quello di “di consentire al nostro territorio di essere protagonista sempre più attivo dello sviluppo turistico salentino predisponendolo alla migliore accoglienza possibile di quanti vorranno trascorrere del tempo nella nostra città;  con la convinzione che la cura e la pulizia delle nostre strade e delle nostre campagne debba costituire elemento essenziale per conferire loro l’aspetto di una sorta di salotto di casa, ovvero un biglietto da visita inequivocabile della capacità di accoglienza ed ospitalità”.

Turisti passeggiano tra i rifiuti-001-3

Giannone, nella lettera al sindaco Domenico Conte, si dice preoccupato “come tutti i cittadini, dalle problematiche ambientali riguardanti le discariche presenti nel nostro territorio che possono pregiudicare la salute di tutti; anche sollecitato in tal senso dai tanti cittadini sempre più attenti e sensibili a tali questioni”. Ma si dice anche certo che “di tali problematiche non possa farsi carico il sindaco di una sola città”.

Per questo suggerisce al sindaco di San Vito dei Normanni “di farsi promotore di una iniziativa, a livello sovracomunale, attraverso la quale si possa concertare con le amministrazioni ed i sindaci dei comuni il cui territorio confina con il nostro: un piano di bonifica e pulizia delle contrade di campagna dai rifiuti abbandonati dalle ricorrenti pratiche incivili, che puntualmente vanificano e mortificano l’impegno ed il lavoro profuso dall’assessorato competente in materia, che degradano l’aspetto e pregiudicano irrimediabilmente l’immagine collettiva delle nostre città”.

Rifiuti accanto al Canale Reale-3

Inoltre, i Comuni in sinergia devono attuare “una azione plurale e condivisa di sollecitazione della politica regionale, al fine di stimolare la ricerca di una soluzione che ponga fine, una volta per tutte, alle preoccupazioni mai dissipate che i cittadini hanno in tema di inquinamento ambientale prodotto dalle discariche presenti; avviare una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza alla consapevolezza che la cura e la custodia del territorio costituisce, oltre ad un elemento fondamentale del vivere civile ed in buona salute, un volano formidabile di sviluppo economico”.

Una menzione a parte è riservata al caso della borgata costiera di Specchiolla, marina di riferimento per San Vito dei Normanni: “Contestualmente, per averlo constatato di persona e anche qui su sollecitazione pervenuta da tanti cittadini sanvitesi che possiedono abitazioni ubicate nella località marina di Specchiolla – scrive Giannone al sindaco -  che sono meri fruitori del relativo litorale, sempre più attenti e sensibili alle questioni ambientali riguardanti la notevole quantità di rifiuti presenti sulle sue spiagge”, invita Conte a farsi portavoce di tali istanze presso l’amministrazione comunale di Carovigno.

ciclovia acqueedotto-3

Si tratta delle “legittime aspettative di bonifica e pulizia di strade e spiagge di pertinenza del litorale di Specchiolla dai rifiuti abbandonati o trasportati dal mare che mortificano l’immagine e ogni prospettiva di sviluppo turistico del territorio”. Vedremo se scatteranno tali sinergie tra le città di San Vito dei Normanni, Carovigno, Brindisi, San Michele Salentino, Mesagne, Latiano. Si tratterebbe davvero dell’avvio di un percorso destinato a passare dalle parole ai fatti in tema di tutela e conservazione del territorio.

                                                                                                                             

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento