Attualità

Coronavirus, la proposta del Nursind: "Un triage all'esterno degli ospedali"

Il sindacato delle professioni infermieristiche propone l'utilizzo di strutture mobili quali punti di primo intervento

Riceviamo e pubblichiamo una nota del segretario provinciale del Nursind – sindacato delle professioni infermieristiche, Carmelo Villani, riguardo alle misure di prevenzione del coronavirus.

Come più volte ribadito dal Dipartimento Politiche della Salute della Regione Puglia "non c'è alcun allarme in Puglia a seguito dei casi di COVID-19 in Lombardia e Veneto. Tutti i possibili casi sospetti, anche quelli che non avevano nessun criterio epidemiologico e che hanno destato interesse da parte della stampa locale nelle ultime ore sono passati al vaglio puntuale dei Dipartimenti di Prevenzione e del centro di riferimento per la diagnosi del nuovo Coronavirus: nessun contagiato è stato finora identificato". (Nella foto in basso, Carmelo Villani)

Carmelo Villani-3

D' altra parte essendo i professionisti infermieri, in particolare del 118 e dei pronto soccorso, gli operatori maggiormente e per primi coinvolti, gli stessi chiedono il coinvolgimento diretto nelle decisioni strategiche. La organizzazione sindacale Nuraind, sia a livello regionale che locale, in particolare propone la implementazione di un triage esterno ai presidi ospedalieri con strutture mobili quali punti di primo intervento, audit clinici tra operatori ed il dipartimento di prevenzione e protezione, una maggiore informazione e formazione anche per evitare un uso improprio dei dispositivi di protezione individuale data la carenza del periodo, l' aumento dei laboratori, anche convenzionati, che possano fare diagnosi molecolare.  Da parte nostra garantiamo la massima professionalità come d'altronde giornalmente facciamo in ogni occasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la proposta del Nursind: "Un triage all'esterno degli ospedali"

BrindisiReport è in caricamento