Bracciante investito, Cgil: "Giubbini catarifrangenti per i lavoratori"

Le proposte della Flai Cgil dopo la tragedia sulla Brindisi-Tuturano: "Risolvere il problema della dimora, strade più sicure ed estensione del bonus bici"

La Flai Cgil di Brindisi esprime dolore e sconcerto per la morte del giovane bracciante agricolo di nazionalità nigeriana, vittima di un investimento mortale lungo la strada che collega Brindisi alla Frazione di Tuturano. Al di là delle eventuali responsabilità, che spetta ad investigatori stabilire, la Flai Cgil di Brindisi attraverso il segretario Antonio Ligorio invita a riflettere e trovare una soluzione sulla questione relativa all'ospitalità dei tanti migranti che lavorano le nostre terre. Dalle cronache giornalistiche emerge infatti che il giovane bracciante non avesse una fissa dimora.

Antonio Ligorio, Cgil-2

“Non è possibile che ancora oggi i lavoratori agricoli – afferma Ligorio - in particolare quegli stranieri, vengano impiegati nelle nostre aziende senza che sia risolto il problema degli alloggi. Sono tante le giovani vite spezzate proprio mentre di notte, lungo strade buie ed insicure, si recano sui luoghi di lavoro, tutto ciò è intollerabile. Il pericolo, per quanti non ne abbiano contezza, è sempre in agguato su molte strade del Brindisino. Sulle strade di San Pietro, Carovigno, Brindisi, San Vito, Ostuni e Fasano, in particolare, dove si registra la più alta concentrazione di migranti che si recano a lavoro di notte nelle campagne, il rischio di gravi incidenti è sempre dietro l'angolo”.

La Flai Cgil di Brindisi lancia nuovamente un appello alle Istituzioni “affinché forniscano dei giubbotti dotati di catarifrangenti, così come in passato lo stesso sindacato ha già fatto in una iniziativa presso il dormitorio di via provinciale San Vito e affinché, strade come quelle lungo cui si è consumato l'ultimo drammatico incidente possano essere rese più sicure a partire dalla stessa illuminazione”.

Infine la Flai Cgil di Brindisi rivolge un appello ai parlamentari pugliesi “affinché si approvi un emendamento al decreto Rilancio per l’estensione del bonus bici a tutti. Nel decreto è previsto un bonus per le bici, ma solo per chi risiede nelle città con più di 50.000 abitanti, bisogna estenderlo a tutti e in modo particolare ai braccianti per poter raggiungere il posto di lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento