rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Brindisi, servizi sociali: proroga fino a marzo, poi gara da sei mesi

Sostanziale intesa fra Comune e sindacati. L’assessore Lettori: “Per i servizi attualmente gestiti da Genesi, si valuta un avviso breve. Entro fine anno la costituzione del consorzio”

BRINDISI – Altri tre mesi di proroga e poi un bando di gara da sei mesi, in attesa dell’istituzione del consorzio Brindisi-San Vito dei Normanni. Questa la rotta tracciata per i servizi sociali del Comune di Brindisi, gestiti da cooperative i cui contratti scadranno a fine anno. Fra l’amministrazione comunale e i sindacati si è registrata una sostanziale intesa nel corso di una riunione che si è svolta ieri (martedì 21 dicembre) al netto di alcuni dettagli da limare nell’ambito di un secondo tavolo che è stato convocato per la giornata odierna. Si prospetta dunque l’ultima di una lunga serie di proroghe: strumento al quale il Comune di Brindisi ricorre da più di un anno per dare continuità ai servizi Sad, Adi (Assistenza domiciliare integrata), Polo (Supporto e tutela a famiglie e minori), Città dei ragazzi, Centro Antiviolenza, Assistenza Domiciliare minori, Punto Luce.

“Stiamo chiudendo i capitolati – dichiara a BrindisiReport l’assessore ai Servizi sociali, Isabella Lettori - per far partire le gare e insieme alle gare faremo partire anche delle proroghe di tre mesi, nelle more dell’aggiudicazione delle gare della durata di sei mesi, prorogabili di 6 mei, con l’eccezione della proroga del servizio di integrazione scolastica. Questa sarà un po’ più lunga per evitare l’interruzione prima della fine dell’anno scolastico.”.

Un capitolo a parte va aperto anche per i servizi Sad, Adi, e Polo, gestiti dalla cooperativa Genesi, interessata la scorsa settimana da un decreto di sequestro emesso dalla Procura di Messina, nell’ambito di un’inchiesta che coinvolge l’imprenditore Giuseppe Busacca. “In questo caso – spiega Isabella Lettori – non potendo prorogare il servizio alla Genesi, stiamo valutando possibilità di fare un avviso breve rivolto ad un certo numero di realtà, per poter continuare il servizio”. 

La proroga di 6 mei (più eventuali 6) dovrebbe quindi essere l’ultima, prima dell’entrata in funzione del consorzio, “la cui costituzione – afferma l’assessore Lettori – dovrebbe essere deliberata in occasione del consiglio comunale in programma il prossimo 29 dicembre”. Analogo passo, con ogni probabilità, verrà fatto anche dal Comune di San Vito dei Normanni. “Noi come amministrazione comunale – conclude la Lettori – stiamo realizzando i capitolato per quel periodo breve di 6 mesi, per dare poi il tempo al consorzio di subentrare, tramite cessione del contratto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, servizi sociali: proroga fino a marzo, poi gara da sei mesi

BrindisiReport è in caricamento