Migrante investito: gli ospiti del Cas bloccano la strada provinciale

Protesta contro la mancanza di un impianto di illuminazione. Blocco sciolto nel giro di un'ora. Carabinieri sul posto

Foto di archivio

CAROVIGNO – Gli ospiti del Cas “Green Garden” di Carovigno hanno bloccato per circa un’ora la strada provinciale che collega San Vito dei Normanni a Carovigno, teatro dell’incidente in cui la scorsa notte ha perso la vita un uomo di 22 anni originario del Gambia. Il giovane è stato investito da un’auto condotta da un 19enne, mentre a bordo della sua bici rientrava nella struttura di accoglienza. Per gli stranieri ospitati presso il Green Garden il dramma si sarebbe potuto evitare, se la strada fosse stata meglio illuminata. Alcune decine di loro stamattina hanno creato un blocco stradale, chiedendo la realizzazione di un impianto di illuminazione.

Sul posto si sono reati i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni e la Polizia Locale di Carovigno. Il traffico è stato deviato. Grazie al confronto con le forze dell’ordine, nel giro di un’ora il blocco è stato sciolto. Al momento non sono stati adottati provvedimenti a carico dei manifestanti. Il problema sollevato dai migranti è ben noto agli automobilisti che di sera percorrono le strade battute da ciclisti e pedoni. In condizioni di totale oscurità e senza l’utilizzo di giubbini rifrangenti, il rischio di investimenti è elevatissimo. La tragedia consumatasi la scorsa notte, purtroppo, ne è la conferma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento