Alla protezione civile di Villa Castelli un nuovo mezzo antincendio

Presentato alla cittadinanza. E' stato ottenuto grazie a un progetto nazionale finanziato per il 75 per cento dallo Stato

VILLA CASTELLI – Presentato alla cittadinanza il nuovo mezzo antincendio della Protezione civile di Villa Castelli, “Prociv Arci”, ottenuto grazie a un progetto nazionale finanziato per il 75 per cento dallo Stato. Quattro le regioni italiane che hanno ottenuto il finanziamento, Sicilia, Lazio, Toscana e Puglia.

Grande soddisfazione per il presidente di Prociv Arci, Adriano Bellanova, fondatore dell’associazione di Villa Castelli, nata nel 2011: “E’ un sogno che diventa realtà, oggi sono emozionantissimo, è un giorno importante per la nostra associazione aver presentato il mezzo alla città. Ringrazio l’azienda Pastore Viaggi di Villa Castelli che ha contribuito in una parte del nostro cofinanziamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento