Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Rischio infiltrazioni malavita nei porti: protocollo Authority-prefettura

Firmato un patto per la legalità nei porti di Bari, Brindisi, Barletta, Manfredonia e Monopoli

È stato sottoscritto nel pomeriggio odierno, alla presenza dei vertici provinciali delle forze di polizia, il “Protocollo di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli affidamenti di lavori, servizi e forniture, concessioni demaniali e autorizzazioni”. Si rafforza dunque la sinergia tra la Prefettura di Lecce e l’Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico Meridionale – Porti di Bari, Brindisi, Barletta, Manfredonia e Monopoli, con l’obiettivo di estendere i controlli sulle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata tra i soggetti economici operanti nei settori di competenza dell’Autorità di Sistema Portuale, anche al di fuori dei casi previsti dal c.d. “Codice antimafia”, ed in attuazione delle recenti disposizioni introdotte dal Decreto Legge n. 76/2020 (c.d. “Semplificazione”).

“Grazie a questo Protocollo, che si inserisce nella più ampia attività di prevenzione antimafia già curata dalla Prefettura - dichiara il Prefetto Maria Rosa Trio - sarà ulteriormente rafforzata la presenza dello Stato sul territorio per favorire lo sviluppo di un circuito economico sano. Al contempo, un particolare ringraziamento va alle Forze dell’Ordine per l’impegno quotidiano non solo in chiave di prevenzione, ma anche nel contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale”. 

“Si tratta di uno strumento importante - commenta il Presidente dell’Authority, Ugo Patroni Griffi - che mira a garantire, soprattutto in un periodo di congiuntura economica difficile come quello che stiamo vivendo, legalità, trasparenza e snellimento dell’attività amministrativa, promuovendo il rispetto della disciplina antimafia e migliorando l’interscambio informativo tra le Pubbliche Amministrazioni interessate. L’Autorità di sistema portuale riceverà fondi per circa 850 milioni di euro, che dovranno essere utilizzati attraverso procedure semplificate per la realizzazione di infrastrutture strategiche a beneficio dell’intero territorio regionale. Tuttavia, a fronte di tali risorse e della semplificazione burocratica, il livello di attenzione deve rimanere elevatissimo, scongiurando interventi della criminalità organizzata e delle imprese inefficienti, suscettibili di minare il processo di sviluppo del territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio infiltrazioni malavita nei porti: protocollo Authority-prefettura

BrindisiReport è in caricamento