menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunale: nuovi protocolli per udienze su invalidità e accompagnamento

Stabilite nuove modalità per evitare i contagi da Covid. Scongiurato il rischio di rinvii fino ad aprile

BRINDISI – Il tribunale di Brindisi ha stabilito un nuovo protocollo per la trattazione delle controversie in materia di lavoro e previdenza, scongiurando il rischio di un rinvio di mesi delle udienze di giuramento dei Ctu (consulenti tecnici d’ufficio), nei procedimenti riguardanti lo stato di invalidità e il diritto all’accompagnamento. Le regole da seguire per ridurre al minimo il rischio di contagi da Covid 19, compatibilmente con gli spazi a disposizione, sono fissate in un documento condiviso da tribunale ordinario, Uffici del lavoro e Ordine degli avvocati di Brindisi, a firma del presidente dell’Ordine degli avvocati di Brindisi e del presidente del tribunale.

Era stato l’avvocato Giuseppe Giordano, responsabile settore Lavoro e previdenza della Camera civile, a denunciare il rischio che i diritti dei più deboli potessero finire in quarantena. Pericolo rientrato, dunque, grazie a una serie di accorgimenti che dovranno essere osservati per il perdurare della pandemia.

Fra le nuove modalità di svolgimento dell’attività di istruttoria dei procedimenti in materia di lavoro, si è deciso che “le controversie previdenziali fissate per l’affidamento e il giuramento di incarichi ai consulenti tecnici – controversie previdenziali Inail – pensioni saranno chiamate nella prima fascia oraria a partire dalle ore 11 e si terranno nell’aula E1 per consentire il rispetto delle regole sanitarie per l’emergenza epidemiologica”.

Per evitare il rischio di affollamento dei locali di udienza, gli avvocati “si impegnano ad utilizzare lo strumento della delega processuale di modo che un solo difensore, a turno, sostituirà quelli già costituiti nei vari procedimenti fissati per le singole udienze”. Inoltre “le prove testimoniali avverranno con citazione di un teste per parte in ogni singola controversie o, in generale, di non più di due testi per ciascun procedimento, fatta eccezione per le controversie che, per ragioni specifiche legate alla natura dei diritti tutelati o alla risalenza della iscrizione a ruolo, necessitino di una trattazione particolarmente celere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: situazione stazionaria, ricoveri in lieve aumento

  • settimana

    Covid: Puglia impantanata, evoluzioni positive paiono lontane

  • Sport

    Happy Casa Brindisi: missione garanzia primato contro Cremona 

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento