Puglia, nuova impennata di contagi: oggi 80 positivi, due nel Brindisino. Tre i decessi

Alcuni positivi erano rientrati da Malta, Albania, Sardegna e Calabria. Sono 20 i casi accertati in una Rsa in provincia di Taranto

BRINDISI - Sale ancora il numero dei casi positivi al Covid 19 nella regione Puglia. In base ai dati forniti dal direttore del dipartimento promozione della salute Vito Montanaro, oggi giovedì 3 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 3886 test per l'infezione da coronavirus e sono stati registrati 80 casi positivi: 25 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 12 nella provincia Bat, 13 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 24 in provincia di Taranto, 3 fuori regione. Sono stati registrati tre decessi: 1 in provincia di Bari, 2 in provincia di Lecce.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati  316840 test. 4.078 sono i pazienti guariti. 986 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5.624, così suddivisi: 1.989 nella Provincia di Bari, 461 nella Provincia di Bat, 708 nella Provincia di Brindisi, 1.399 nella Provincia di Foggia, 676 nella Provincia di Lecce, 347 nella Provincia di Taranto, 43 attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota (2 casi eliminati dal database).

BOLLETTINO

Dichiarazioni dei direttori generali delle Asl

Dichiarazione Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Oggi il dipartimento di Prevenzione ha rilevato 25 casi di positività al virus Sars-Cov2. Si tratta, in particolare, di 20 contatti stretti di casi già noti e sottoposti a sorveglianza, 2 rientri dall’Albania, 2 dalla Sardegna e 1 dalla Calabria”.

Dichiarazione del Dg Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone: "Sono due i casi registrati in provincia di Brindisi. Il primo è un contatto stretto di un caso accertato nei giorni scorsi, mentre il secondo è ancora in fase di verifica".

Dichiarazione del Dg Asl Bt, Alessandro Delle Donne: “Sono 12 i positivi registrati oggi nella provincia Bat. Di questi 1 proviene dalla Sardegna, 1 dalla Grecia, 1 è stata ricoverata, 8 sono contatti stretti di casi positivi registrati nei giorni scorsi, mentre su un ultimo caso sono in corso le indagini epidemiologiche a cura del dipartimento di Prevenzione”.

Dichiarazione del Dg della Asl Foggia, Vito Piazzolla: “In data odierna, in provincia di Foggia, il servizio di Igiene ha individuato 13 nuovi casi positivi. Nel dettaglio, si tratta di: 4 contatti di casi già tracciati, 2 cittadini stranieri presenti sul territorio provinciale; 4 persone individuate durante l'attività di screening di pre-ricovero; 2 persone rientrate, rispettivamente, da Malta e dall’Umbria, 1 persona sintomatica".

Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “Il caso registrato oggi dal nostro dipartimento di prevenzione riguarda un residente in provincia su cui sono in corso le indagini epidemiologiche”.

Dichiarazione Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “ I casi in provincia di Taranto sono: uno riguarda un persona ricoverata nel reparto infettivi dell’ospedale Moscati, con sintomi specifici; 3 sono soggetti asintomatici già osservati dal dipartimento di prevenzione; 20 casi (tra ospiti e personale interno) di una Rsa, in provincia. A seguito di quanto constatato nella Rsa, il dipartimento di prevenzione ha immediatamente attivato lo screening su tutti gli ospiti e dipendenti della struttura. La situazione è costantemente seguita da specialisti e ispettori Asl i quali monitorano e ricostruiscono i contatti delle relazioni sociali dei soggetti positivi, al fine di contenere il contagio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid-19, pesante il bilancio dei decessi: 72 in un giorno. Calano i contagi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento