Attualità

Farmaci per l'Ucraina: la raccolta organizzata da un biologo brindisino

Marco Giaimis, presidente dell'associazione nazionale Abifb, protagonista di un'iniziativa solidale che ha coinvolto le farmacie brindisine

BRINDISI - Il giovane presidente nazionale brindisino dell’ABifb, Marco Giaimis, lo scorso 18 marzo ha portato a termine la sua iniziativa di raccolta di farmaci, svoltasi presso la Farmacia Rubino di Brindisi per effettuare una donazione alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Brindisi. Il biologo, attivo nella difesa dei diritti, dell'identità e della dignità della sua categoria, questa volta ha investito le proprie energie a livello umanitario internazionale, per sostenere i soccorsi che Croce Rossa Italiana continua a portare in Ucraina in aiuto della popolazione composta sia da civili ucraini, sia da civili russi e di altra provenienza, che si trovano in quel territorio.

Queste le sue dichiarazioni: “La biologia è la scienza della vita che tutela tutti gli organismi viventi e l’ambiente in cui essi vivono, pertanto mi preme evidenziare il fatto che l'Associazione che rappresento legalmente continuerà non solo a combattere per la rivalorizzazione e riqualificazione a livello nazionale della professione del biologo, ma anche per la popolazione mondiale che avrà bisogno di aiuti umanitari sia in collaborazione con farmacisti, medici, infermieri e altri operatori sanitari, sia in autonomia. L'attività che verrà svolta tramite l'associazione non sarà rivolta esclusivamente ai momenti di necessità, in quanto credo che sia doveroso agire in molte occasioni prima che le cose accadano, per fare in modo che il classico detto ‘prevenire è meglio che curare’ possa sempre essere concretizzato, nel limite del possibile”.

Marco Giaimis-2

Le parole del giovane dottore sono state poi spese in favore di chi ha collaborato:  “Voglio ringraziare innanzitutto, in senso generico, i farmacisti brindisini che hanno mostrato piena solidarietà nei confronti della mia iniziativa, in particolare la Dott.ssa Livia Lucia Lucrezio, proprietaria della Farmacia Rubino che oltre ad aver manifestato delle parole di elogio nei miei confronti, ha accolto la richiesta con più di 3.000 euro di prodotti farmaceutici che ho personalmente raccolto e consegnato alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Brindisi”. 

“Grazie alla Presidente della Cri di Brindisi, Concetta Marra la donazione verrà inviata a chi viene duramente colpito dalla situazione surreale che ad oggi stiamo vivendo. Inoltre, ringrazio anche i collaboratori della Farmacia Rubino e della Croce Rossa che sono intervenuti per aiutarmi con la merce delicata nel momento di carico e scarico, che ho trasportato fino alla sede di destinazione della Cri. Questa raccolta - conclude Giaimis - spero possa sensibilizzare ognuno di noi sul fatto che alcuni abitanti del mondo (i potenti) devono cambiare rotta per salvaguardarlo e che i civili, tra cui i bambini che costituiscono il futuro dell’umanità non devono pagare con la vita per gli scempi commessi da chi ha il potere di prendere decisioni che si ripercuotono sulla coesistenza degli esseri umani sul nostro Pianeta Terra!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci per l'Ucraina: la raccolta organizzata da un biologo brindisino
BrindisiReport è in caricamento