rotate-mobile
Attualità

Nuovo pulmino per l'Aipd: a gonfie vele la raccolta fondi

Tantissime sono le persone e le aziende, che stanno contribuendo al raggiungimento di questo grande obiettivo.

BRINDISI - Un antico proverbio africano dice che se le formiche si mettono insieme, possono spostare un elefante. E quest'anno Aipd Brindisi deve dire grazie alla città di Brindisi per il grande calore ed interesse dimostrato nel sostenere le proprie attività ed i propri progetti. La grande raccolta fondi, destinata all'acquisto di un nuovo pulmino, ha sortito i suoi effetti e, seppur non sia ancora finita, sta dando ottimi risultati. Al contrario di ciò che si possa pensare di una piccola cittadina, ancora fortemente indebolita da una crisi mondiale, tantissime sono le persone e le aziende, che stanno contribuendo al raggiungimento di questo grande obiettivo. Un obiettivo che permetterà ai ragazzi di riprendere in mano la propria vita e la propria indipendenza, consentirà vacanze estive ed invernali, gite, serate, partenze ed arrivi nelle destinazioni più varie, proprio nello stile Aipd.

Generali-2

La raccolta fondi 2021 è frutto di anni di collaborazioni, reti, relazioni, contatti e soprattutto dell'affidabilità del nome Aipd. Tutte, esattamente tutte le attività svolte in Associazione sono destinate all'autonomia dei propri "ragazzi", così come ci piace chiamarli...perché poi, in realtà, tutti ragazzi non sono. Aipd Brindisi, infatti, copre attualmente un bacino di utenza che va dai 0 ai 56 anni ed ogni singola persona che entra a far parte di questa grande famiglia, è destinata a raggiungere il suo massimo livello di autonomia possibile. Si, perché l'autonomia è possibile per tutti, non ci sono differenze, ognuno nel rispetto delle proprie potenzialità e dei propri limiti.

Nesuno è escluso! Oggi Aipd Brindisi vuole dire grazie a tutte le persone, fisiche e non, che hanno creduto e che continuano a credere in un'autonomia possibile, per quelli che nessuno reputa capaci, per quelli che spesso nella società vengono visti come "diversi", come gli ultimi, quelli che probabilmente non ce la faranno mai. Perché invece ognuno di loro ce la può fare!

Basell-2

Per questo Natale il regalo più grande è stata l’enorme solidarietà ricevuta da parte di persone comuni, che combattono ogni giorno le battaglie della vita: semplici cittadini, operai, commercianti, imprenditori e giovani benefattori, guerrieri anche loro... 
Alcuni nomi: Fondazione Eco-Eridania; Gli Insuperabili Asd; Generali Assicurazioni; Lyondelbasell; Cral Jindal Films; Cral Petrolchimico Brindisi; Converter Packaging and Service Srl; Dinamo Basket; Avio; Associazione Italiana Polizia di Stato Brindisi; Negozio Francioso; Cisternino Preziosi Srl; La Bottega dell’Arte di Vito Pati; Erboristeria L’Alveare, Patrizia Manfreda; e ancora Lidia Genova, Antonella Laritonda e Rosanna Lombardi. Si, perché le battaglie della vita le combattono tutti, non solo i ragazzi con disabilità, ed è questo essere simili che ci accomuna tutti. Così come ci accomuna la grande emergenza mondiale che stiamo vivendo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo pulmino per l'Aipd: a gonfie vele la raccolta fondi

BrindisiReport è in caricamento