Rientra dalla Croazia e fa il test: giovane positivo al coronavirus

Il caso, risalente ai giorni scorsi, annunciato dal sindaco di Latiano: "Il ragazzo sta bene, ha adottato le precauzioni"

LATIANO – Tornato a casa dopo una vacanza in Croazia, è risultato positivo al Covid. La vicenda di un giovane residente a Latiano è paradigmatica della nuova ondata di contagi importati dall’estero che sta affrontando in questi giorni l’Italia. Il caso è stato accertato dall’Asl Brindisi nei giorni scorso. Il sindaco di Latiano, Mino Maiorano, ne era già venuto ufficiosamente al corrente il 14 agosto, ma solo stamani gli è arrivata la comunicazione ufficiale da parte della prefettura. 

E’ stato lo stesso primo cittadino a dare la notizia sul suo profilo Facebook. Maiorino spiega di essersi immediatamente sentito con la persona interessata, “che mi ha riferito di stare bene e di essere stato in vacanza per circa 6 giorni in Croazia”. “Una volta ritornato nella nostra Regione, nei giorni antecedenti l’entrata in vigore della norma che impone l’obbligo del tampone per chi torna dall’estero o comunque dal nord – scrive Maiorano - volontariamente ha deciso di recarsi presso uno studio privato per effettuare il test sierologico al quale risultava negativo. Non soddisfatto e sempre volontariamente, si è altresì sottoposto ad un tampone immediato presso l’Asl di Brindisi”. 

“Mi ha altresì precisato che prima di tale momento – prosegue il sindaco - precauzionalmente, ha incontrato pochissimi amici sempre utilizzando tutte le dovute precauzioni. Una volta effettuato il tampone, in attesa dell’esito e logicamente una volta conosciuta la positività, si è messo in quarantena. Lo stesso dicasi per i familiari. Oggi, sono monitorati dall’azienda sanitaria e dalle forze dell'ordine”. 

Maiorano ricorda infine che il governatore della Puglia Michele Emiliano ha disposto l’obbligo della quarantena per chi rientra da Spagna, Malta e Grecia e che il Ministero della Salute, con ordinanza del 16 agosto 2020 ha disposto quanto segue: è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale; sono sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

  • Oltre duemila ulivi secolari ancora vivi grazie a cure naturali: la testimonianza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento