rotate-mobile
Attualità Latiano

Legambiente, rapporto raccolta differenziata: menzione speciale per Latiano

Quattordicesima edizione di Comuni Ricicloni Puglia: l'unico Comune del Brindisino supera la soglia minima prevista dalla legge del 65 percento con smaltimento di rifiuto secco annuo compreso fra i 75 kg e 100 kg a persona

LATIANO - Legambiente Puglia ha premiato i Comuni pugliesi che si sono distinti nella riduzione del conferimento di rifiuto secco indifferenziato negli impianti di gestione dei rifiuti urbani. Sette i Comuni che hanno conquistano il riconoscimento “Rifiuti free”: raccolta differenziata superiore al 65 percento e smaltimento di rifiuto secco annuo inferiore ai 75 kg a persona: Poggiorsini, Bitritto, Volturino, Avetrana, Montemesola, Monteparano, Fragagnano.

Tra i 20 Comuni che hanno ricevuto la menzione speciale “Teniamoli d’occhio” c'è Latiano (unico Comune del Brindisino). Il riconoscimento è arrivato per la raccolta differenziata superiore al 65 percento e smaltimento di rifiuto secco annuo compreso fra i 75 kg e 100 kg a persona. Oltre a Latiano ci sono Santeramo in Colle, Carlantino, Rutigliano, Noicàttaro, Palo del Colle, Toritto, Bitetto, Putignano, Monteiasi, Cellamare, Minervino Murge, Locorotondo, Neviano, Gioia del Colle, Rignano Garganico, Carpino, Turi, Motta Montecorvino e Troia.

In Puglia sono 123 i Comuni (+10 rispetto al 2021) che hanno una raccolta differenziata superiore al 65 percento, tra cui i capoluoghi di provincia Trani (76,5 percento) e Barletta (69,3 percento), mentre si mantiene per poco sotto la soglia del 65 percento la città di Lecce, che si ferma al 64,3  percento di raccolta differenziata. Andria invece è ferma al 60 percento. Ben il 20 percento della popolazione dell’intera Regione Puglia è lontana dal raggiungere la soglia minima prevista dalla legge. Infatti la città di Brindisi è fissa a 47,6 percento. Bari perde ancora percentuali calando al 38,3 percento, mentre Foggia recupera qualcosa arrivando al 28,2 percento. Taranto chiude la classifica con il 25 percento.

Continuano ad aumentare i Comuni indifferenti, ben 41, e sono le amministrazioni che nel 2021 non hanno effettuato alcuna registrazione sul portale dell’Osservatorio Regione Rifiuti Puglia o i dati erano imparziali o non corretti. In Puglia la media percentuale regionale di raccolta differenziata nel 2021 è stabile al 56,5 percento, mentre nei primi mesi del 2022 si attesta al 60,04 percento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legambiente, rapporto raccolta differenziata: menzione speciale per Latiano

BrindisiReport è in caricamento