menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A San Donaci regali sotto l’albero: dal Comune buoni cultura per i bambini

Si chiama “Un dono a Natale per un sorriso in più” l’iniziativa lanciata dal sindaco per i più piccoli: un bonus di 25 euro da spendere nei negozi della città, dalle edicole alle librerie

SAN DONAC I- Mentre erano seduti tra i banchi di scuola a svolgere le ultime ore di lezione, prima delle tante sospirate vacanze natalizie, sono stati interrotti dai dipendenti comunali arrivati con doni per loro: i bambini fino ai dieci anni hanno ricevuto per Natale un buono di 25 euro da spendere nei negozi di San Donaci, da edicole a librerie.

“Abbiamo voluto manifestare la nostra vicinanza a tutti i bambini, dice il primo cittadino Angelo Marasco, perché sappiamo il periodo abbastanza triste in cui ci ritroviamo tutti. ll Natale è la festa dei bambini soprattutto, ma anche dei meno grandi e abbiamo voluto contribuire alla serenità delle famiglie” prosegue emozionato il sindaco sperando di aver donato un piccolo raggio di sole alla sua comunità, colpite come tutte dal tempo del coronavirus. “Nonostante la pandemia vorrei che si respirasse il Natale”.

I buoni cultura donati dall’amministrazione comunale hanno un valore di 25 euro e sono stati realizzati per i bambini da zero ai dieci anni. Chi non era presente in classe durante la consegna, promette il sindaco, li riceverà a casa per mano degli agenti della Polizia locale.

“Questa è la prima iniziativa che concerne un pensiero per i bambini, ma stiamo distribuendo anche i buoni spesa di generi alimentari e prodotti di prima necessità per sostenere i nuclei familiari alle prese con le difficoltà economiche acuite dalla pandemia”. Ma il sindaco Angelo Marasco ha anche contributo una tantum al ristoro della prima rata Tari per tutte le imprese che hanno dovuto sospendere la propria attività in seguito ai dpcm e, a breve, informa che emetteranno un bando per andare incontro a chi è stato danneggiato dal Cvodi-19, integrando con fondi propri le utenze e affitti. E un altro bando per ristorare le attività commerciali che hanno subito un calo del fatturato (rispetto allo scorso anno) dal 1 marzo al 31 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento