Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Reliquia di San Marco evangelista arriva a Cellino: evento storico per il paese

Per la prima volta dall’831 d.C. la rotula del ginocchio del santo si sposta dal luogo in cui è stata conservata per molti secoli

CELLINO SAN MARCO - Sono state prelevate questa mattina (26 luglio) da don Luca D'Agnano, sacerdote della parrocchia dei santi Marco e Caterina, le reliquie di San Marco evangelista conservate a Cropani (in provincia di Catanzaro).

A consegnarle, padre Francesco Critelli alla presenza del sindaco della cittadina calabrese, Raffaele Mercurio, e del primo cittadino di Cellino, Marco Marra. Presenti anche l'assessore Giada Occhibianco e la Giunta comunale di Cropani.

Intorno alle ore 18:00 le reliquie sono arrivate nel Comune brindisino, e conservate nel sagrato della chiesa parrocchiale. Per la prima volta dall’831 d.C., la rotula del ginocchio di San Marco si sposta dal luogo in cui è stata conservata per molti secoli, e questo ne fa un evento unico per il culto del santo patrono di Cellino. I cittadini avranno la possibilità di vedere la sacra reliquia da ora fino al 31 luglio. Il suo arrivo si deve anche alla collaborazione del cittadino Gianluca Bello, un conoscitore attento delle vicende legate a San Marco evangelista.

Un po' di storia

San Marco è uno dei simboli di Venezia, ma non tutti sanno che le sue reliquie giunsero nella città veneta grazie ai calabresi, e più precisamente con il supporto dei cropanesi, gli abitanti di Cropani.

Come riportato da padre Giovanni Da Fiore nel suo "Della Calabria Illustrata" (1691), nell'anno 831 alcuni mercanti veneziani trafugarono i resti del corpo di San Marco da Alessandria di Egitto, luogo dove l'evangelista era morto.

Durante il loro ritorno verso Venezia, una tempesta colse la loro nave nel golfo di Squillace, e naufragarono proprio sulla spiaggia di Cropani. Gli abitanti del paese calabrese salvarono e rifocillarono i naufraghi e si prodigarono affinchè potessero riprendere la via per la città lagunare.

I veneziani, in segno di gratitudine per l'accoglienza e l'aiuto ricevuto, lasciarono in dono al paese la rotula del ginocchio destro del santo. Da allora la reliquia è conservata in un'urna nella Cappella di santa Rita, nella Collegiata dell'Assunta di Cropani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reliquia di San Marco evangelista arriva a Cellino: evento storico per il paese
BrindisiReport è in caricamento