rotate-mobile

Brindisi: famiglie e sportivi tornano nei parchi pubblici

Dopo due mesi di chiusura, con l'avvio della Fase 2, i parchi Cillarese, Cesare Braico, Di Giulio e Buscicchio hanno riaperto stamattina i battento, con una serie di restrizioni. L'affluenza è stata modesta. Alcuni genitori ne hanno approfittato per far prendere una boccata d'aria ai figli. Diverse coppie, sia di amici che di coniugi, hanno fatto una passeggiata. Immancabili i runner. 

Va ricordato che il Dpcm autorizza attività motoria individuale, mantenendo sempre le distanze di sicurezza dagli altri avventori. Non tutti, però, hanno rispettato questa misura. Al Braico, ad esempio, si è visto un gruppo di sportivi che  svolgeva degli esercizi senza rispettare le distanze di sicurezza. 

Va ricordato che polmoni verdi saranno aperti dalle 8 a mezzogiorno e dalle 16 alle 20, con ingressi contingentati.  In particolare per il parco Cesare Braico, di via Appia, sarà consentito accedere a 250 persone contemporaneamente; al parco Di Giulio, di via Buozzi, a 250 persone contemporaneamente; al parco Buscicchio, di via Mantegna, a 100 persone contemporaneamente: al parco Cillarese, di via Provinciale per San Vito, a 500 persone contemporaneamente.

Come previsto dal Dpcm, sarà consentita l’attività motoria individualmente o se si accompagna un minore o un disabile. Onde evitare assembramenti, non potranno essere utilizzati i giochi per bambini e i campi da gioco. Il primo cittadino invita i cittadini a rispettare le misure di distanziamento sociale. “Ancora non siamo fuori – afferma Rossi – dall’emergenza. Ogni giorno si registrano nuovi contagi in città e in provincia”. 

Video popolari

Brindisi: famiglie e sportivi tornano nei parchi pubblici

BrindisiReport è in caricamento