Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

L'ex lido Poste sempre più nel degrado: cumuli di rifiuti sulla spiaggia

Nelle scorse settimane il Comune di Brindisi ha avviato l'iter di acquisizione dell'area dalla Regione Puglia

BRINDISI - Buste di rifiuti luna sull’altra, in un indecente ammasso che spicca sull’arenile. Ancora una volta la spiaggia libera dell’ex lido Poste, sulla litoranea a nord di Brindisi, versa in un vergognoso stato di degrado. E’ uno scenario inaccettabile quello documentato dalle foto a corredo dell’articolo, scattate nel tardo pomeriggio di oggi (venerdì 23 luglio). Intorno al cumulo di spazzatura vi sono famiglie e comitive di ragazzi, in una spiaggia disseminata di bicchieri di plastica, mozziconi di sigarette e carte. Una indecenza, insomma, di cui ci si stupisce fino a un certo punto.

Rifiuti ex lido Poste 2-2-2

Già nelle scorse settimane, infatti, l’associazione Adoc aveva segnalato lo stato di degrado in cui versa la spiaggia, che rientra in un’area di proprietà della Regione Puglia, Puglia, Servizio ex Ersap, affidata con nota autorizzativa del 27 febbraio 2020 ad un privato. L’amministrazione comunale, proprio in risposta a un intervento dell’associazione dei consumatori, chiarì che la responsabilità del decoro e del presidio della spiaggia spetta al privato. Nei giorni successivi è stato avviato l’iter di acquisizione dell’area, da parte del Comune di Brindisi. Per il momento, nulla è cambiato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex lido Poste sempre più nel degrado: cumuli di rifiuti sulla spiaggia

BrindisiReport è in caricamento