menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oss precari: rinviato il tavolo con Task Force e manager delle Asl pugliesi

Cgil, Cisl e Uil pongono un problema di rappresentanza. A Bari, davanti la sede della Regione, decine di lavoratori brindisini

BRINDISI – E’ stato rinviato a data da destinarsi il tavolo regionale sugli operatori socio sanitari delle Asl di Brindisi e Bat rimasti senza lavoro, per la mancata proroga dei contratti scaduti lo scorso 31 gennaio. A Bari era in programma un incontro fra i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, la task force per le emergenze occupazionali, presieduta da Leo Caroli, e i direttori generali delle Asl pugliesi. La vertenza riguarda 141 lavoratori della provincia di Brindisi e 167 Oss Bat. Sono queste, infatti, le uniche province pugliesi in cui gli operatori socio sanitari non hanno ottenuto la proroga di due mesi, in attesa che le aziende sanitarie, sulla base delle indicazioni ricevute dal Dipartimento della salute, completino la ricognizione sui rispettivi fabbisogni. 

La Cgil Brindisi ha raggiunto il capoluogo di regione con un seguito di decine lavoratori, arrivati a bordo di pullman e mezzi privati. Dopo la relazione iniziale del presidente Leo Caroli, un rappresentante dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, ha sollevato un problema di rappresentanza che ha portato al rinvio del confronto. "La Cgil – dichiara a BrindisiReport Chiara Cleopazzo, dirigente della Fp Cgil Brindisi – chiede che il governatore Michele Emiliano prenda una posizione in merito alla vicenda degli Oss”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento