Covid-19, ma l'estate Vip già sold-out: istruzioni per l’uso

I proprietari di Coccaro Beach Club, La Dolce Vita Beach e Il Santos illustrano le cautele per la stagione luxury

Vietato passeggiare sulla battigia, ingresso al club differente dall’uscita, prenotazione obbligatoria ed elenco dei clienti conservato per 14 giorni alla reception: l’estate vip del Brindisino parte in ritardo, ma è già sold out di prenotazioni per i club a 5 stelle del Coccaro Beach Club di Savelletri (Fasano), La Dolce Vita Beach di Costa Merlata (Ostuni) e Il Santos di Torre Canne (Brindisi).

Video | Già super-prenotati i lidi dei vip, ma in piena sicurezza

I mesi più caldi saranno molto diversi da quelli degli anni passati a cominciare dai circa 25 milioni di euro in meno dall’estero, ma i titolari dei luxury club sono positivi pur rimandando l’avvio della bella stagione di qualche settimana: inaugura sabato 30 maggio il Coccaro Beach Club (stabilimento balneare e ristorante) diretto da Leo Dibitonto, il 6 giugno è la volta de Il Santos, del presidente Fiba Confesercenti Puglia Fabrizio Santorsola, e il primo luglio saranno accontentati i clienti fidelizzati de La dolce vita Beach di Antonio Calamo.

“Responsabilità e prudenza sono le parole d’ordine di questa estate 2020” dice Fabrizio Santorsola, chiamato a far parte della task force che ha stabilito le linee guida per gli stabilimenti balneari della Regione Puglia. E tra queste, a oggi, la normativa che vieta aperitivi con djset al tramonto, ma sì ai concerti live e spettacoli di cabaret.

coccaro-2

Coccaro Beach Club, Leo Dibitonto

“Credo che sarà una stagione estiva normale in relazione a quelle che erano le nostre preoccupazioni nei mesi precedenti al lockdown” dice Leo Dibitonto. “Noi, personalmente, già precedentemente garantivamo quella che è la distanza di sicurezza. Non ci sono stati grossi cambiamenti, ma dobbiamo far capire alla gente che bisogna convivere con il virus. E  non possiamo permetterci un’altra chiusura perché dietro alla stagione estiva si nascondono tantissimi posti di lavoro. Siamo molto propositivi, in quanto la stagione manterrà tutte le caratteristiche delle passate”, prosegue il direttore Dibitonto, mentre accenna alla presenza in spiaggia degli steward che, accompagnando all’ombrellone il cliente, indicheranno le misure di sicurezza da adottare, oltre alla cartellonistica informativa. “Sicuramente i clienti dovranno indossare la mascherina all’arrivo e negli spazi comuni”.

“L’unica problematica  è in relazione alla banchettistica: noi stiamo provando a ripartire, ma tutti i matrimoni e cerimonie al momento, com’è giusto che sia, sono stati annullati. Spero che a livello regionale ci forniscano delle linee guida per organizzare un potenziale evento. Vi aspettiamo il 30 maggio e certamente l’estate durerà fino al mese di ottobre”.

dolce vita 2-2

La Dolce Vita Beach Club, Antonio Calamo

“Non siamo pronti per ovvi motivi legati al Covid-19 e per prudenza, quest’anno ho atteso che l’andamento dei contagiati fosse in discesa per organizzare il lido. Fino a metà giugno saremo impegnati a montarlo, e apriremo il primo luglio”, racconta Antonio Calamo che deve sostenere costi pari a decine di migliaia di euro per attrezzare ogni anno il proprio stabilimento. “Non ero convinto di aprire perché i cinque metri di distanza previsti dalle direttive nazionali mi sembravano folli. Invece nelle modifiche regionali rientriamo senza cambiare nulla e poi i continui i messaggi di amici e clienti che prenotano ogni anno in Masseria, mi hanno incoraggiato e invogliato a farlo”.

“Inoltre, le previsioni sembrano essere incoraggianti, ai turisti del Nord daranno modo di venire giù e i soliti abbonati hanno riconfermato l’ombrellone. In sold out è l’albergo. Ho studiato tutte le direttive, dalle mascherine all’igienizzarsi le mani all’ingresso. Meno d’accordo sul misurare la temperatura all’ingresso perché con il caldo che farà sarà folle conoscere la vera temperatura corporea”. Antonio Calamo sta modificando il menù del ristorante per semplificare la preparazione dei piatti: probabilmente non preparerà più primi e secondi, ma proporrà più frise, insalate e panini gourmet.

“Piatti meno elaborati ma sempre creativi. E sicuramente quest’anno introdurremo il servizio di consegna sotto all’ombrellone per evitare assembramenti al bancone”. Poi conclude con un messaggio ai propri colleghi: “L’augurio per tutti noi è quello di fare una stagione estiva che non sarà come le passate, ma più prudente e meno affollata. Venite a fare le vacanze al sole e al mare della Puglia, vi offriamo il divertimento di sempre e il piacere dei tramonti marini”.

il santos-2

Il Santos, Fabrizio Santorsola

“I nostri clienti avranno la percezione della reale sicurezza, installeremo i cartelloni informativi in modo dolce per permettere di trascorrere giornate serene e tranquille al profumo di salsedine, evitando di provocare stati d’ansia”: Fabrizio Santorsola racconta in questi termini il proprio lido al tempo del coronavirus. “Come da linee guida regionali, alla reception terremo per 14 giorni la lista dei clienti del lido e del ristorante, rispetteremo il distanziamento sociale e forniremo all’ingresso il gel idroalcolico. La prenotazione sarà obbligatoria per non creare assembramento alla reception, sarà obbligatorio indossare la mascherina vicino agli altri e il bagno si farà distanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Santorsola poi specifica che nel rispetto delle regole, agli occupanti delle spiagge libere sarà vietato prendere un caffè al bar del lido: “Ne sarà impedito l’accesso perché le spiagge libere non sono controllate come le private. Lasceremo poi la responsabilità individuale di condividere il tavolo e lo spazio a chi arriverà in coppia senza essere conviventi”. Fabrizio Santorsola inoltre spiega che come si è sempre fatto a Il Santos, i propri clienti continueranno ad assistere a spettacoli live e cabaret e le ordinazioni, come già da anni, saranno effettuate attraverso app con servizio di consegna all’ombrellone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento