rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità

Tutela Strada comunale Appia antica: "Competente la Soprintendenza"

Il parco archeologico dell'appia Antica risponde a un quesito dell'associazione Brindisi e le antiche strade su un tratto di strada su cui si sovrapporrà il racccordo ferroviario per l'aeroporto

BRINDISI – La tutela di quel tratto di antica via Appia rientra nella competenza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi e Lecce e in parte anche nella competenza della Regione Puglia. Il ministero della Cultura ha risposto a un quesito posto dall’associazione Brindisi e le Antiche strade sulla giurisdizione della strada comunale 14, ossia la vecchia direttrice che collega Brindisi a Mesagne. L’associazione ha infatti lanciato un monito sul fatto che il progetto presentato da Rfi (Rete ferroviaria italiana) per il collegamento ferroviario della linea Taranto-Brindisi con l’aeroporto del Salento, ne preveda l’interruzione e una parziale eliminazione. 

Lo scorso 13 dicembre i responsabili dell’ufficio Valorizzazione della via Appia da Roma a Brindisi, Luigi Oliva e Stefano Roascio, hanno sciolto il dubbio sollevato dall’associazione, tramite una nota inviata per conoscenza anche al sindaco di Brindisi, al presidente della Provincia, alla Regione Puglia e alla stessa Rfi. Il compito di valorizzare l’antico tracciato dell’Appia Antica è stato affidato ad un ente creato ad hoc: il Parco Archeologico dell’Appia Antica. 

Questo, “oltre ad essere promotore e partner di iniziative volte alla valorizzazione, raccoglie ricerche, studi, informazioni e segnalazioni provenienti da tutti gli enti, organismi, gruppi di interesse, associazioni e cittadini, al fine di consentire un utile scambio di conoscenze e di esperienze e di fornire il proprio contributo tecnico”. Oliva e Roascio esprimono “vivo interesse” per la ricerca del professor Giacomo Carito, studioso di storia brindisina, “che fornisce una ulteriore lettura storica del territorio attraversato dalla via Appia ed attesta l'importanza della ricca quanto relativamente meno nota opera dei ricercatori in ambito locale”. 

Fatte queste premesse, nella nota ministeriale si chiarisce che “con riferimento alle competenze relativamente alla tutela, si ricorda che ai sensi del Codice dei Beni Culturali vigente e dell'organizzazione di questo Ministero, l'ambito territoriale nel quale ricade il tratto di strada comunale n. 14 rientra sotto la competenza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi e Lecce e, per gli ambiti paesaggistici, nella concorrenza delle competenze della medesima Soprintendenza con quelle della Regione Puglia (con i relativi enti delegati)”. Pertanto il Parco archeologico dell’Appia antica “rimanda ai suddetti enti per ogni considerazione ed azione in merito alla segnalazione in oggetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela Strada comunale Appia antica: "Competente la Soprintendenza"

BrindisiReport è in caricamento