rotate-mobile
Attualità

Una rivoluzione gentile contro la violenza sulle donne: il contest

"Non solo l'Otto… e di altri pensieri non belligeranti" lanciato dalla cooperativa sociale Psifia, attiva nel Brindisino e nel Leccese. Il 26 novembre la premiazione dei vincitori

Si è chiuso domenica 7 novembre l'art contest informale "Non solo l'Otto… e di altri pensieri non belligeranti" lanciato dalla cooperativa sociale Psifia, che opera nel Leccese e nel Brindisino, lo scorso 8 Marzo. Nato dall'idea di attivare un movimento di riflessione e cambiamento intorno al tema della violenza di genere. Come una forma di "rivoluzione gentile" che - attraverso l'espressione artistica - possa mettere l'accento sul valore indiscutibile dei sentimenti e del rispetto profondo degli stessi. Il contest ha visto una grande partecipazione da parte dei singoli ma anche delle scuole.

Diverse sono le realtà territoriali che lo hanno sostenuto, rendendolo possibile: laboratorio sociale "Donne che nutrono il mondo" guidato da Valentina D'Andrea, associazione di volontariato "Donne del Sud", Made in Carcere, International Inner Wheel Club di Lecce distretto 210 Italia, Fidapa Bpw Italy - sezione di Gallipoli, Associazione Italiana Donne Medico (Aidm) - sezione di Lecce, Triacorda per il Polo Pediatrico del Salento, Soroptimist International d'Italia - Club Di Lecce.

contest premiazione violenza sulle donne-2

La premiazione delle opere vincitrici si terrà durante il seminario online gratuito e aperto a tutti, organizzato da Psifia, il 26 novembre alle 17, dal titolo "Madame Bovary c'est moi! La violenza nascosta", in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Attraverso la lettura e il commento di alcuni brani estrapolati dal celebre romanzo Madame Bovary di Flaubert a cura della compagnia teatrale Alibi. Si verrà accompagnati nell'animo di una donna che, nel tentativo di esprimere il suo inarrestabile desiderio d'amore, ha vissuto la sua esistenza all'interno di un disperato delirio che l'ha condotta ad una morte violenta.

L'obiettivo del seminario è quello di un confronto con l'attualità della condizione della donna in esso tratteggiata. Nonostante le lotte per l'emancipazione, infatti, ancora oggi il femminile vive una condizione a volte di impotenza ed assoggettamento, a fronte di un potere socioculturale che svilisce e minimizza le aree del bisogno, dei sentimenti e dell'espressione autentica dei propri desideri. Per info e iscrizioni: www.centropsifia.it – formazione.centropsifia@gmail.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una rivoluzione gentile contro la violenza sulle donne: il contest

BrindisiReport è in caricamento